Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizie › referendum
Referendum
6/12/2016
Torniamo alla Democrazia, l’arroganza non paga. Il messaggio dei portavoce del Movimento Cinque Stelle Alghero, all’indomani della consultazione referendaria, è chiaro. Se il Movimento Cinque Stelle andrà al Governo lo dirà il popolo
6/12/2016
Gli elettori non sono caduti nella trappola di chi ha giocato a dividere, a condizionare, a spaventare pur di rimanere abbarbicato a Palazzo Chigi e la punizione è stata severa. E’ del tutto evidente che Renzi è stato bocciato non solo per l’impostazione data al referendum ma anche per le scelte fatte in politica sociale ed economica
6/12/2016
Lo affermano Paolo Truzzu e Salvatore Deidda, consigliere e portavoce regionali di Fratelli d’Italia-An, acquisito il dato definitivo del voto sardo al referendum costituzionale del 4 dicembre, che vede i No superare il 72 per cento, il risultato più alto a livello nazionale
5/12/2016
Il sindaco di Sassari, tutti gli assessori comunali, i consiglieri regionali del Pd, impegnati nell’ultimo mese in una frenetica attività di persuasione dei sassaresi e di accoglienza dei Ministri vip del Pd, tutti impegnati a setacciare ogni angolo della città e dei Paesi limitrofi, hanno fallito clamorosamente l’obiettivo di convincere la maggior parte degli elettori a credere nella proposta Renziana. Tutti questi politici si lasciano alle spalle mesi di lavoro da recuperare, mesi in cui hanno abbandonato il loro ruolo
5/12/2016
Lo straordinario risultato che ha vinto il No prevalere in Sardegna con oltre il 70percento dei voti è un segnale fortissimo inviato al presidente della Regione Pigliaru e al Centrosinistra che oggi governa insieme a lui
5/12/2016
La partecipazione è un buon segno per la democrazia, il dato elettorale è inequivocabile ma non credo influisca sugli assetti attuali del Governo regionale se non in termini di rilancio dell’azione della Giunta
5/12/2016
Non posso che prenderne atto, a maggior ragione di fronte a una partecipazione così alta e appassionata che rivela anche un malcontento diffuso e la domanda di azioni più incisive per migliorare la vita delle persone. Molte riforme importanti, attese da anni, le abbiamo fatte. Altre dovranno essere adottate al più presto. Servono decisioni immediate e profonde a cui lavorerò con la mia maggioranza sin dai prossimi giorni
5/12/2016
Con il risultato del referendum costituzionale, la possibilità di avviare un processo di riforma del Paese ha subito una battuta di arresto. Tanti atteggiamenti negativi si sono sommati: in Sardegna e nel Mezzogiorno la crisi economica ed occupazionale, ancora duramente perdurante, hanno dato motivo di opporsi alla proposta di riforma costituzionale, letta come un giudizio sulla azione del Governo
5/12/2016
L´esito è stato chiaro e inequivocabile sul fatto che le riforme proposte non erano quelle volute dagli italiani, ha vinto la difesa della Costituzione, intesa anche come baluardo difensivo verso la politica e i partiti quando questi si allontanino dagli interessi dei cittadini
5/12/2016
Il risultato rilevato a Sassari non lascia spazio ad equivoci, i sassaresi hanno bocciato severamente questa riforma pasticciata e dato un segnale importante all’attuale amministrazione, con l’arroganza e la prepotenza non si va avanti
© 2000-2018 Mediatica sas