Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › Sogeaal e Ryanair: nuovo pressing su Regione
S.A. 5 gennaio 2016
Occupazione e sviluppo: i temi affrontati in un incontro con lavoratori e sindacati dello scalo algherese. Chiesto nuovo incontro a vertici regionali su privatizzazione ed emergenza Ryanair
Sogeaal e Ryanair: nuovo pressing su Regione


ALGHERO - Prospettive occupazionali in Sogeaal e nelle società collegate ai servizi aeroportuali, sviluppo del network servito dall'aeroporto di Alghero e politica d'incentivi per il mantenimento delle destinazioni low cost. Sono i temi affrontati dal sindaco Mario Bruno e dagli assessori al Turismo, Gabriella Esposito e alle Finanze, Gavino Tanchis, nel corso di un partecipato incontro alla presenza di una nutrita rappresentanza di dipendenti della società di gestione aeroportuale e dalle rappresentanze sindacali del settore.

L'incontro, richiesto dagli stessi lavoratori, è servito per fare il punto sulla delicata fase in cui si trova la società a totale partecipazione pubblica, impegnata in importanti trattative commerciali con le maggiori compagnie aeree per garantire il mantenimento dei collegamenti per la prossima primavera-estate. Il Primo cittadino di Alghero ha così ripercorso tutte le tappe che hanno portato al consolidamento della presenza Ryanair sullo scalo algherese fino alla discussa Legge 10 del 2010 che, di fatto, in attesa del pronunciamento dell'Ue blocca ogni tipo d'incentivo da parte dell'assessorato ai Trasporti, influenzando il buon esito della procedura di privatizzazione aperta in Sogeaal.

«Ci auguriamo che tale pronunciamento arrivi entro il mese di gennaio - ha ribadito il sindaco - nel frattempo ritengo che la stessa Regione debba muoversi con coraggio senza attendere oltre, nelle pieghe degli orientamenti europei 2014». Nei prossimi giorni sarà richiesto un incontro alla proprietà della società di gestione (Regione e Sfirs) direttamente con i lavoratori. «Capisco la preoccupazione e serve una mobilitazione importante del territorio non basta Ryanair, serve diversificare rotte e vettori, serve un piano regionale dei trasporti e un sistema aeroportuale sardo che garantisca tutti e punti allo sviluppo economico dal punto di vista dei collegamenti, delle compagnie e delle garanzie per il personale» conclude Mario Bruno.

Nella foto: un momento dell'incontro
23:50
Dopo due false partenze, la linea charter della People Fly è partita con il primo collegamento diretto a Barcellona intorno alle ore 23 dall'aeroporto di Alghero. Non pochi disagi per i prenotati: otto ore il ritardo sull'orario previsto. Una ventina le persone a bordo
8/12/2016
Lo dichiara il presidente Pigliaru a proposito degli investimenti annunciati dalla compagnia low cost in Sardegna e, in particolare, sulla rinnovata attenzione per il Riviera del Corallo
17:34
Tutto ciò ha comportato immensi vantaggi per Alitalia, che s´è vista riempire gli aerei dai passeggeri che usavano i voli low cost e da quelli della CT2, ma ha isolato la Sardegna
© 2000-2016 Mediatica sas