Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › I danni-Ryanair valgono il fallimento
M.V. 14 gennaio 2016
Secondo Silvio Lai (Pd) sulla legge mal scritta e mal comunicata da Cappellacci in Europa i danni del periodo 2010-2013 o li pagheranno le compagnie low cost o li pagheranno le società aeroportuali, con l´effetto di portare i libri in tribunale
I danni-Ryanair valgono il fallimento


ALGHERO - Si avvicina l'estate e il ridimensionamento del collegamenti aerei a basso costo dalla Sardegna all'Europa inizia a far paura. Se qualcosa non si smuoverà entro gennaio, infatti, è molto difficile recuperare le 22 rotte Ryanair attualmente non prenotabili, 14 delle quali dal solo aeroporto di Alghero. La decisione di tagliare i collegamenti dall'estate 2016 arriva dopo due anni di sostanziale immobilismo e a fronte di nessun investimento negli anni 2014 e 2015 (la legge 10 del 2010 ha sostanzialmente perso di efficacia al 31-12-2013). Nel frattempo però, nonostante il pronunciamento dell'Ue sulla prima procedura d'infrazione contestata, nulla si è mosso in attesa del secondo pronunciamento atteso per i prossimi mesi (almeno così spera l'assessore Deiana).

Una procedura che per l'aeroporto di Alghero vale la vita o la morte. Se da un lato, infatti, si riscia di precipitare senza un intervento regionale d'incentivo e soprattutto di diversificazione di rotte - concetti espressi in momenti diversi negli ultimi giorni da Renato Soru [LEGGI] e Mario Bruno [LEGGI] - dall'altra le preoccupazioni maggiori sono tutte rivolte al futuro della società di gestione aeroportuale, che in mancanza di certezze rischia seriamente di fallire. La nuova scadenza della procedura di privatizzazione (5 febbraio) potrebbe così ancora slittare senza un pronunciamento da parte dell'Ue.

«Sulla legge mal scritta e mal comunicata da Cappellacci in Europa i danni del periodo 2010-2013 o li pagheranno le compagnie low cost (difficile) o li pagheranno le società aeroportuali, con l'effetto di portare i libri in tribunale» (sono circa 60 milioni di euro sotto la lente Ue, 35 della sola Sogeaal). Lo sottolinea il senatore Pd, Silvio Lai, che spezza una lancia in favore dell'assessore ai Trasporti regionale ben comprendendo, come del resto hanno sottolineato il sindaco di Alghero e il segretario Pd, i motivi di tanta attesa. «Si capisce bene la prudenza della Regione che non vuole ripetere i casi delle leggi sull'agricoltura o sugli alberghi, che sono ricadute sugli imprenditori portandoli al fallimento. Fare bene, e concordare le nuove procedure con attenzione, è prioritario rispetto al fare presto ma male che ha caratterizzato proprio le giunte Pili e Cappellacci» conclude Silvio Lai. Ma quanto si dovrà ancora aspettare?

Nella foto: Silvio Lai e Mario Bruno
3/12/2016
L´Aeroporto Internazionale di Napoli - gestito da Gesac partecipata per circa il 70% da F2i - sarà il ventisettesimo aeroporto di Ryanair in Italia e la sedicesima base italiana del vettore (l´86a in Europa)
15:54
8,8 milioni di clienti, il load factor è salito dell’2%, raggiungendo il 95%. Soddisfatto Kenny Jacobs, Chief Marketing Officer Ryanair che parla delle tariffe più basse sul mercato
© 2000-2016 Mediatica sas