Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › Low-cost, per Deiana l'Ue conferma i vincoli
S.A. 16 gennaio 2016
La risposta del commissario europeo alla Concorrenza, Margrethe Vestager, a un'interrogazione di Giulia Moi, eurodeputata del M5S rincuora l'assessore regionale dei Trasporti Massimo Deiana. Occhi puntati su Sogeaal
Low-cost, per Deiana l'Ue conferma i vincoli


ALGHERO - La Commissione europea può autorizzare «alcuni tipi di aiuti di Stato a favore delle compagnie aeree» solo ad alcune condizioni, «in particolare se promuovono nuove rotte», considerando un mercato fortemente competitivo. Questa in sintesi la risposta del commissario europeo alla Concorrenza, Margrethe Vestager, a un'interrogazione di Giulia Moi, eurodeputata del M5S a seguito dei tagli Ryanair in Sardegna dalla prossima estate (14 rotte da Alghero e 8 da Cagliari). Nulla di nuovo in realtà, ma la conferma di Bruxelles rincuora comunque l'assessore regionale Deiana, immobile nelle sue convinzioni, nonostante la drammatica situazione in cui versa soprattutto la società di gestione dell'aeroporto di Alghero (l'unica a capitate totalemente pubblico). Con una procedura d'infrazione Ue aperta e una gara per la privatizzazione che non riesce a chiudersi, infatti, la Sogeaal in assenza di un intervento deciso da Cagliari rischia seriamente il fallimento.

Secondo quanto spiega Vestager, Bruxelles può autorizzare aiuti alle compagnie aeree «in considerazione del loro contributo al raggiungimento di obiettivi di interesse comune come la mobilità dei cittadini dell'Unione, l'accessibilità delle regioni dell'Unione, la lotta contro la congestione degli hub aeroportuali dell'Unione e lo sviluppo regionale». «Vestager sottolinea come le compagnie aeree continentali operino in un contesto molto competitivo, soprattutto per quanto riguarda le rotte interne, e che possono dar vita a una crescita significativa dei posti di lavoro nelle località in cui gestiscono basi e rotte. Per questo, lei rimarca, gli aiuti concessi da uno Stato membro al fine di influire sull’assegnazione delle capacità da parte di una compagnia aerea sono - uso le sue parole - nocivi per gli altri Stati».

Lo dice l'assessore dei Trasporti, Massimo Deiana, rincuorato dalla risposta dell'esponente del Governo dell'Unione alla interrogazione della europarlamentare Giulia Moi. Vestager avverte inoltre che tra gli aiuti ammissibili vi sono quelli diretti all'avviamento di nuove rotte, mai esercitate in precedenza. «Tali interventi, a noi ben noti perché previsti nelle ultime linee guida della Commissione del 2014 - spiega ancora l'assessore - sono tuttavia limitati, sia perché vincolati dalla particolare tipologia sia perché quantificabili solo entro il 50 per cento delle tasse di atterraggio. Ammesso che avessimo potuto attivare nuovi collegamenti ora inesistenti, nel contesto sardo questa misura sarebbe pari a 1,5 milioni per tutti e tre gli scali, ovvero una cifra di fatto trascurabile».
21/3/2017
Occhi puntati sullo scalo di Alghero. In attesa della rivoluzione auspicata, in ballo ci potrebbero essere alcune novità dalle principali compagnie low cost. Silenzio anche sul piano industriale, mercoledì un incontro tra sindacati e azienda. Atteso un ridimensionamento degli stagionali. A breve il bando per esternalizzare il servizio di security
21/3/2017
L’insularità, che già costa ai sardi 600 milioni all’anno, diventa sempre più costosa: il commento del consigliere regionale algherese Marco Tedde in merito ai collegamenti aerei per il periodo pasquale
20/3/2017
«Modificare le fasce orarie protette per garantire il diritto alla mobilità dei sardi», chiede il presidente della Regione autonoma della Sardegna ai ministri del Lavoro Giuliano Poletti e dei Trasporti Graziano Delrio, alla Commissione di garanzia dell’attuazione della Legge sullo sciopero nei Servizi pubblici essenziali ed al direttore generale dell´Enac Alessio Quaranta
© 2000-2017 Mediatica sas