Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroEconomiaTasse › Secal, il buco c´è ed è milionario. «Lista nera, pronti a riscuotere»
S.A. 18 gennaio 2016 video
L´amministratore unico della società che ad Alghero si occupa di riscuotere i tributi locali, Salvatore Marino, conferma crediti per oltre 40 milioni di euro a cui si aggiungono svariati milioni di tasse non versate ma ormai inesigibili. Poi annuncia: pronti a riscuotere. L´intervista
Secal, il buco c´è ed è milionario
«Lista nera, pronti a riscuotere»


ALGHERO - Il buco milionario nei conti della Secal, la partecipata comunale che ad Alghero si occupa dal 2007 di riscuotere i tributi locali c'è. Non nei termini ipotizzati inizialmente nei corridoi di Sant'Anna, ma a detta dell'amministratore unico i crediti certi vantati da Secal si aggirano intorno ai 40 milioni di euro, a cui però vanno aggiunti svariati milioni di euro ritenuti ormai inesigibili. Salvatore Marino conferma anche la cosiddetta "lista nera" costituita in gran parte da grosse aziende (le più esposte), ma anche da un discreto numero di persone fisiche.

Ad accendere i riflettori su un fatto di «giustizia sociale» era stato lo stesso Primo cittadino in occasione della conferenza stampa di fine anno, ammettendo amaramente come «in questa città si paga volontariamente e poi non succede niente se qualcuno non paga» [LEGGI]. Parole che avevano acceso lo scontro politico con l'ex assessore alle Finanze della giunta Tedde, Michele Pais, che parlava di «falsità per distrarre l'attenzione sull'incapacità ad amministrare» [GUARDA].

«Negli anni trascorsi, si è volutamente soprasseduto dall’intraprendere le azioni per riscuotere coattivamente i tributi locali» aveva tuonato l'assessore alle Finanze, Bilancio e Patrimonio del comune di Alghero, Gavino Tanchis, annunciando entro pochi giorni la pubblicazione dell'ammontare dei crediti nei confronti del comune (Secal) [LEGGI]. «Una prima stima è stata già inoltrata in Comune» precisa Salvatore Marino al Quotidiano di Alghero, e incalza lo stesso Tanchis che nei giorni scorsi aveva annunciato la possibilità di esternalizzare il servizio di riscossione coattiva. «Col nuovo piano industriale Secal è pronta per riscuotere» dice Marino.

1/12/2016
La richiesta arriva dal consigliere comunale di Forza Italia Michele Pais. «Bisogna fare in fretta è l´incipit di Pais -. Infatti la legge prevede un termine perentorio di 60 gg dalla sua entrata»
© 2000-2016 Mediatica sas