Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaEconomiaAgricoltura › Premi comunitari, ultimatum Coldiretti
Red 20 gennaio 2016
Tempi certi o scendiamo in piazza. Giovedì a Roma la Regione dovrà fare la voce grossa o si renderà complice. La Coldiretti pone l’ultimatum sui pagamenti dei premi comunitari e suona la sveglia
Premi comunitari, ultimatum Coldiretti


CAGLIARI - «Servono risposte immediate e certe o partiamo con la mobilitazione». La Coldiretti pone l’ultimatum sui pagamenti dei premi comunitari e suona la sveglia alla Regione: «dal tavolo di giovedì con il ministero delle Politiche agricole dovrà ottenere risposte concrete. I nostri soci sono stanchi delle mezze risposte e dei rinvii, e mordono il freno per scendere in piazza. Se non cambiassero le condizioni non saremo certo noi a fermarli – sostengono dall’organizzazione agricola -. La politica regionale si assuma tutte le sue responsabilità e si schieri in modo palese dalla parte delle nostre aziende. Non è più tempo dei tentennamenti o mediazioni politiche, la risposta deve essere solo una».

La situazione nelle campagne è esplosiva. I premi comunitari (decine di milioni di euro) continuano a non arrivare nelle tasche dei produttori sardi. «Sa tanto di presa in giro – attacca il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu -. I nostri agricoltori e pastori non possono continuare a lavorare in queste condizioni. Ribadiamo ancora una volta la necessità di istituire l’Ente pagatore sardo per dirimere definitivamente questa vergogna ma nel frattempo non possiamo continuare a soccombere in silenzio».

Il discrimine per Coldiretti Sardegna diventa l’incontro di giovedì prossimo a Roma tra i delegati degli assessorati dell’Agricoltura di tutte le Regioni italiane, i rappresentanti del ministero delle Politiche agricole e di Agea (l’Organismo pagatore nazionale) per discutere sull’avvio dei pagamenti dei nuovi Programmi di sviluppo rurale 2014-2020. «Se giovedì sera non avremo risposte certe sull’erogazione dei premi della vecchia Politica agricola ci sentiremo liberi e agiremo di conseguenza” afferma senza giri di parole Battista Cualbu. “La Regione non può stare in mezzo al guado e non potrà limitarsi al compito di ventriloquo. Dovrà far sentire tutta la sua autorità e prendere decisioni anche forti. Solo in quel caso potrà contare sul sostengo dei nostri soci, altrimenti sarà complice di chi non paga e tratta con indifferenza l’agricoltura sarda».
12:17
Gli assessori all´Agricoltura Pier Luigi Caria ed al Personale Filippo Spanu hanno incontrato i lavoratori nella sala dei capigruppo in Regione, alla presenza del presidente del Consiglio Gianfranco Ganau. «Rafforziamo il nostro impegno, attendiamo risposte dal Governo», hanno dichiarato gli esponenti della Giunta Pigliaru
22:17
L’agricoltura rappresenta uno dei pilastri dell’economia sarda e deve trovare sempre più tutele e sostegno da parte delle Istituzioni anche a livello locale dove, a partire dall’agro, ma in generale in tutta la fascia extra-urbana che circonda Alghero, sono presenti attività che sono delle vere e proprio, sebbene spesso piccole come dimensioni, eccellenze del comparto
18:26
E’ Giovanni Chessa il nuovo presidente della sezione Coldiretti di Porto Torres e Stintino.
15:06
Questi soldi si sommano ai 20 deliberati dal Consiglio regionale con la Finanziaria 2018. «Ristoro alle aziende sarde colpite dalla calamità», commenta l´assessore regionale dell´Agricoltura Pier Luigi Caria
18/6/2018
Gli assessori regionali al Personale ed all’Agricoltura Filippo Spanu e Pier Luigi Caria hanno inviato ai Ministeri dell’Economia, della Pubblica amministrazione, delle Politiche agricole e degli Affari regionali la relazione tecnica con una specifica proposta per trovare una soluzione alla vicenda dei lavoratori dell’Associazione regionale allevatori
© 2000-2018 Mediatica sas