Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariEconomiaLavoro › E' boom di contratti lavoro: Sardegna prima nel Mezzogiorno
S.A. 21 gennaio 2016
La Sardegna ottiene la migliore performance fra le regioni del Mezzogiorno, seguita dalla Basilicata con il 36,3% e dalla Campania con il 23,6%
E' boom di contratti lavoro: Sardegna prima nel Mezzogiorno


CAGLIARI - Nei primi undici mesi del 2015 la Sardegna registra, rispetto al corrispondente periodo del 2014, un aumento di 9.666 nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato attivati nel settore privato, passando così da 25.646 a 35.312, pari a una variazione del 37,7%.

E' il dato più significativo dell'Osservatorio sul precariato dell'Inps rilanciato oggi a Cagliari, alla presentazione del Bilancio sociale 2014, dal presidente dell'istituto previdenziale, Tito Boeri, intervenuto in teleconferenza. La Sardegna ottiene la migliore performance fra le regioni del Mezzogiorno, seguita dalla Basilicata con il 36,3% e dalla Campania con il 23,6%.

Quanto ai contratti a termine diminuiscono le assunzioni del 4,5%, passando da 72.103 dei primi undici mesi del 2014 a 68.859 del corrispondente periodo del 2015. A livello nazionale la variazione positiva è pari al 1,5%. Nello stesso periodo diminuiscono nell'Isola le assunzioni in apprendistato con una variazione del -24,9%, in Italia la contrazione è pari al 20,2%.
8:34
Due diverse selezioni: per 55 allievi ufficiali nel ruolo normale e otto nel ruolo aeronavale; entrambi per l´anno accademico 2017-18. Scadenze al 6 e al 13 marzo
23/2/2017
«La Elmin convoca ad Atene i sindacati, ma non la Regione, che sta alla finestra», dichiara il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Marco Tedde
23/2/2017
Il sindaco di Olmedo Toni Faedda ha convocato un consiglio straordinario aperto sabato 25 febbraio alle 10 nell´auditorium comunale. Si chiede alla Regione di procedere con le autorizzazioni
30/1/2017
Gli operai hanno convocato per martedì mattina, alle 9.30, un´assemblea davanti ai cancelli della miniera. Nel mirino ancora le istituzioni regionali
© 2000-2017 Mediatica sas