Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaAeroporto › «Ryanair deve volare in Sardegna». Forza Italia occupa Alghero
S.A. 23 gennaio 2016 video
Cappellacci, Tedde, Cicu, Pittalis e Peru hanno le idee chiare sulle colpe del disimpegno Ryanair dalla Sardegna: l´immobilismo di Deiana e Pigliaru. Le loro parole a IsolaMedia
«Ryanair deve volare in Sardegna»
Forza Italia occupa Alghero


ALGHERO - Forza Italia dice basta. Lo fa con una partecipata manifestazione presso lo scalo aeroportuale di Alghero. Cappellacci, Tedde, Cicu, Pittalis e Peru hanno le idee chiare sulle colpe del disimpegno Ryanair dalla Sardegna (solo dal Riviera del Corallo per l'estate 2016 mancano all'appello 14 rotte, 8 da Cagliari): l'immobilismo di Deiana e Pigliaru.

«Tutti gli strumenti che hanno portato le low cost sono stati sotto la lente dell'Ue ed hanno avuto il via libera perchè si è combattuto in Europa. L'assessore dovrebbe spiegare perchè in due anni non ha cambiato nulla». Lo dice l'ex Governatore Cappellacci in risposta alle accuse dell'assessore Massimo Deiana che più di una volta ha puntato il dito contro la discussa Legge 10 del 2010 oggi sotto indagine da parte della commissione europea.

Concetti ribaditi anche dal consigliere algherese Marco Tedde. Anche lui non le manda a dire all'assessore che qualche giorno fa davanti agli amministratori locali del nord Sardegna riuniti a Sassari a Palazzo Ducale accusava l'ex sindaco di essere sulle copertine dell'Ue [GUARDA]: «Deiana dovrebbe cercare di uscire dalle battute - attacca - sono due anni che fa l'assessore e ancora non ha deciso cosa fare. Inamissibile che Pigliaru non abbia ancora capito come sostenere le low cost».

16/10/2017
La compagnia low cost aggiudicataria del bando per la Continuità territoriale dall´aeroporto di Alghero su Milano e Roma studia insieme all´assessorato regionale ai Trasporti una soluzione per superare i rilievi mossi da Bruxelles ma il 9 novembre si avvicina
16/10/2017
La continuità territoriale aerea non è a rischio, chi lo dichiara fa un danno enorme ai sardi e alla Sardegna. Ci sono tutti i margini per giungere in tempi rapidi a una mediazione con l’Europa che salvaguardi il diritto fondamentale alla circolazione delle persone e, al tempo stesso, la libera concorrenza
© 2000-2017 Mediatica sas