Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloConcerti › “Spazio Brahms”, ad Alghero la grande Classica
S.A. 23 gennaio 2016
Torna ad Alghero per il sesto anno “Spazio Brahms”: tre appuntamenti musicali attorno al maestro di Amburgo dal 18 al 20 febbraio. Il programma
“Spazio Brahms”, ad Alghero la grande Classica


ALGHERO - La sesta edizione di Spazio Brahms ad Alghero prevede, nel suo Concerto d’apertura presso la Sala Rosa dell’Hotel Las Tronas (giovedì 18 febbraio alle ore 20.30), l’esecuzione di due sonate per flauto e pianoforte: la Sonata per flauto e clavicembalo in mi bemolle maggiore Bwv 1031 di Johann Sebastian Bach e la Sonata Undine per flauto e pianoforte in mi minore op. 167 di Carl Reinecke. Interpreti del Concerto d’apertura saranno la flautista Annamaria Carroni e il pianista Gianluca Paschino, entrambi diplomati presso il Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari.

La prima Accademia musicale – che avrà luogo presso la cattedrale di Santa Maria (venerdì 19 febbraio alle ore 20.30) – è imperniata prevalentemente su pagine organistiche di Johannes Brahms (cinque Corali dall’op. 122 e il Preludio e fuga in la minore) e di César Franck (Corale in la minore n. 3). I brani corali, a cappella o con accompagnamento d’organo, sono di Felix Mendelssohn (Ach bleib mit deiner Gnade bei uns, Choral Ia dal Paulus op. 36 e Verleih uns Frieden gnädiglich, Choralkantate a 4 voci miste e organo), di Heinrich von Herzogenberg (Schmecket und sehet, mottetto a 4 voci miste a cappella) e il Gemeindechoral Hilf dass ich ja nicht wanke von dir. Di Gabriel Fauré sarà eseguito il noto Cantique de Jean Racine per coro a 4 voci miste e organo op. 11.

Le interpretazioni organistiche sulle due tastiere dell’organo Mascioni (opus 477 del 1935) sono state affidate dalla direzione artistica a Emanuele Carlo Vianelli, organista titolare del Duomo di Milano. Le parti corali saranno cantate dal coro “Spazio Brahms 2016”, complesso vocale formato dai cantori della Schola cantorum “Pietro Allori” di Alghero, del Gruppo vocale “don Allori” di Iglesias e dei Coristi dell’Angelo di Milano. La seconda Accademia musicale presso la cattedrale di Santa Maria (sabato 20 febbraio alle ore 20.30) è incentrata su due quartetti per archi: il Quartetto in sol maggiore K 387 di Wolfgang Amadeus Mozart e il Quartettsatz in do minore D 703 di Franz Schubert.

Questa seconda Accademia, nella sua parte corale prevede, in apertura, l’esecuzione del Kyrie, Sanctus e Benedictus della messa palestriniana Aeterna Christi munera a 4 voci miste a cappella e di due celebri responsori di don Pietro Allori: Christus factus est AP 490 e O vos omnes AP 405, entrambi a 4 voci miste a cappella. A questo proposito ci piace sottolineare che, come avviene già dalla quarta edizione di Spazio Brahms (2014), alcuni brani di don Allori vengono ripensati armonicamente dal maestro Stefano Garau, docente presso il Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari. Tramite preziose “colorature” strumentali Garau riesce a conferire maggiore tensione e lucentezza alle singole melodie e all’amalgama polifonico creato dal sacerdote iglesiente, per esprimere un timbro autenticamente umano e mistico al contempo.

L’intervento artistico del maestro Garau sull’opera di don Allori costituisce una bella presenza musicale regionale nell’ambito dello Spazio Brahms, e sottolinea anche quell’orientamento artistico-spirituale verso il canto inteso, in linea con quanto lo stesso don Allori auspicava, come autentica preghiera musicale. Le interpretazioni quartettistiche saranno guidate dalla violinista Agnieszka Marucha (violino primo), docente della classe di violino al Conservatorio di Varsavia. Francesca Fadda e Alessio Manca (violino secondo), Gioele Lumbau (viola) e Francesco Abis (violoncello), diplomati presso il Conservatorio di Sassari, sono gli altri componenti il quartetto.

Nelle elaborazioni strumentali dei mottetti di don Allori predisposte dal maestro Stefano Garau è previsto anche l’inserimento del contrabbasso, per ampliare lo spettro sonoro delle colorature strumentali. Sarà il contrabbassista Francesco Sergi di Cagliari ad aggiungersi al quartetto d’archi. Al centro del programma della seconda Accademia musicale la violinista Agnieszka Marucha interpreterà la celebre Ciaccona dalla Suite per violino solo BWV 1004 di Johann Sebastian Bach. Un autentico omaggio al genio musicale di Johannes Brahms, che questo brano ha tanto ammirato e amato in vita sino a farne una trascrizione pianistica per la sola mano sinistra.
21/5/2016 video
Il musicista algherese ha debuttato con il suo nuovo autentico progetto intitolato Il Flautista senza pubblico, destinato ad espandersi tra la Sardegna e l´Europa
28/4/2016
Concerto del complesso Musica Antiqua per “Sa Die de sa Sardigna" stasera alle 20 presso la chiesa della Beata Vergine della Consolata
© 2000-2016 Mediatica sas