Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniPoliticaPd e Maggioranza si incontrano a Maria Pia
Giuseppe Fadda 24 gennaio 2016
L'opinione di Giuseppe Fadda
Pd e Maggioranza si incontrano a Maria Pia


Cogliere assonanza fra la visione del P.D. e quella del Sindaco e della sua maggioranza, sulle prospettive di sviluppo della città (senza scordare tutte le opportunità di sviluppo presenti nel nostro territorio: porto, aeroporto, agro, sanità ecc.) non è elemento di poco conto. Posto che le dinamiche della politica conducono ormai verso una ripresa di un percorso politico che, oggettivamente, non può che essere comune e condiviso; occorre leggere le prospettive del centro-sinistra algherese, senza essere condizionati dalle vicende del recente passato, che -pur segnando la sofferenza dei trascorsi rapporti politici- non possono essere condizione per consolidare fratture che porterebbero a ipotesi di aggregazioni politiche incomprensibili e lontane dalla consolidata proposta polico-amministrativa del centro sinistra.

La comune visione dello sviluppo economico della città, legato all’industria del turismo, deve trovare nell’intervento ricettivo a rotazione d’uso su Maria Pia uno degli elementi di valore per un complessivo rilancio della nostra offerta turistica di qualità sul mercato. E’ opportuno ricordare che la valutazione della ormai improrogabile necessità di intervenire, anche in termini contenuti pur entro un contesto di parco urbano, ha sempre avuto importanti convergenze, storicamente consolidate da chiarissime ed inconfutabili decisioni del Consiglio Comunale il quale, pur considerando l’analisi critica rispetto alla quantità di posti letto insediabili, negli anni ha confermato la destinazione turistica dell’area al fine di garantire alla Città quella centralità che l’ha resa protagonista nel mercato delle vacanze.

E’ bene sottolineare che l’uso produttivo dei terreni di Maria Pia, tendente a valorizzare e creare le migliori condizioni di sviluppo economico a beneficio dei nostri concittadini, deve essere armonicamente inserito nel più ampio quadro di una visione di sviluppo e garanzia dei servizi che il PUC dovrà pianificare in una visione prospettica dello sviluppo sostenibile del territorio. E’ di tutta evidenza che lo strumento di programmazione per eccellenza, deve cogliere le diverse sensibilità per arrivare alla concreta attuazione di un progetto condiviso e partecipato, di cui sia consapevole protagonista tutta la città.

*Capogruppo “Democratici per Alghero”
23/7/2016
Nuovo ingresso nella Giunta di Alghero. Questa mattina, la firma delle deleghe all'Ambiente. Storico esponente del Partito Repubblicano Italiano, è presidente della locale Pro loco. All'assessore Cacciotto le importanti deleghe ai Lavori pubblici
23/7/2016
Prevista per martedì l'assemblea ad Alghero per rinnovare presidenza e Cda. Tra i primi atti in mano al nuovo consiglio di amministrazione ci sarà proprio la firma del contratto col primo direttore della storia, risultato vincitore del pubblico concorso
22/7/2016
Roberto Frongia presidente del partito. Il partito si riorganizza e si rinnova anche partendo da un ufficio di staff composto da giovani che affiancheranno il coordinatore: Marina Adamo, Carla Poddana, Lucia Tidu, Antonio Scampuddu
22/7/2016
Roberto Frongia presidente del partito. Il partito si riorganizza e si rinnova anche partendo da un ufficio di staff composto da giovani che affiancheranno il coordinatore: Marina Adamo, Carla Poddana, Lucia Tidu ed Antonio Scampuddu
22/7/2016
«È un primo mattone. Adesso lavoriamo per coinvolgere altre forze politiche non di sinistra e alternative al renzismo», dichiara la coordinatrice provinciale Elena Vidili. Assemblea a Sassari dei partiti di Centrodestra
22/7/2016
Il Ministero non decide e rinvia ancora. Dopo la denuncia di Confartigianato il caso arriva in Commissione Trasporti della Camera ma è silenzio da Delrio. «Chiediamo ai parlamentari sardi di intervenire per tutelare imprese, autoscuole e cittadini», chiede Giovanni Antonio Mellino, presidente di Confartigianato Trasporti Sardegna e vicepresidente nazionale dei Trasporti
© 2000-2016 Mediatica sas