Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniPoliticaPd e Maggioranza si incontrano a Maria Pia
Giuseppe Fadda 24 gennaio 2016
L'opinione di Giuseppe Fadda
Pd e Maggioranza si incontrano a Maria Pia


Cogliere assonanza fra la visione del P.D. e quella del Sindaco e della sua maggioranza, sulle prospettive di sviluppo della città (senza scordare tutte le opportunità di sviluppo presenti nel nostro territorio: porto, aeroporto, agro, sanità ecc.) non è elemento di poco conto. Posto che le dinamiche della politica conducono ormai verso una ripresa di un percorso politico che, oggettivamente, non può che essere comune e condiviso; occorre leggere le prospettive del centro-sinistra algherese, senza essere condizionati dalle vicende del recente passato, che -pur segnando la sofferenza dei trascorsi rapporti politici- non possono essere condizione per consolidare fratture che porterebbero a ipotesi di aggregazioni politiche incomprensibili e lontane dalla consolidata proposta polico-amministrativa del centro sinistra.

La comune visione dello sviluppo economico della città, legato all’industria del turismo, deve trovare nell’intervento ricettivo a rotazione d’uso su Maria Pia uno degli elementi di valore per un complessivo rilancio della nostra offerta turistica di qualità sul mercato. E’ opportuno ricordare che la valutazione della ormai improrogabile necessità di intervenire, anche in termini contenuti pur entro un contesto di parco urbano, ha sempre avuto importanti convergenze, storicamente consolidate da chiarissime ed inconfutabili decisioni del Consiglio Comunale il quale, pur considerando l’analisi critica rispetto alla quantità di posti letto insediabili, negli anni ha confermato la destinazione turistica dell’area al fine di garantire alla Città quella centralità che l’ha resa protagonista nel mercato delle vacanze.

E’ bene sottolineare che l’uso produttivo dei terreni di Maria Pia, tendente a valorizzare e creare le migliori condizioni di sviluppo economico a beneficio dei nostri concittadini, deve essere armonicamente inserito nel più ampio quadro di una visione di sviluppo e garanzia dei servizi che il PUC dovrà pianificare in una visione prospettica dello sviluppo sostenibile del territorio. E’ di tutta evidenza che lo strumento di programmazione per eccellenza, deve cogliere le diverse sensibilità per arrivare alla concreta attuazione di un progetto condiviso e partecipato, di cui sia consapevole protagonista tutta la città.

*Capogruppo “Democratici per Alghero”
11:15
L´ex sindaco Carlo Sechi parla di «fallimento della missione» per la Fondazione (e la Secal) e ne chiede pubblicamente la «liquidazione». Il gruppo consigliare di Forza Italia (che Meta e Secal le hanno create con Tedde sindaco) difendono le scelte del passato e attaccano
16:27
Al netto della fuffa mediatica, Pigliaru si comporta come un commissario liquidatore del Nord Sardegna, in nome e per conto del Governo, trattando metà dell’isola come se fosse una sorta di bad company da sacrificare a beneficio di altri territori
23/5/2016
L´ex sindaco, leader del movimento di sinistra Sardenya I Llibertat chiede al Primo cittadino lo scioglimento della Fondazione che si occupa della gestione degli eventi turistici e culturali ad Alghero. Parole durissime sui conti, l´amministrazione e i risultati
10:47
I sindaci della Rete metropolitana, che ben si sono guardati a febbraio dall’erigere barricate contro la presa in giro della Rete per consiglieri riottosi, litigano per percentuali di gestione del nulla e si comportano come quella guardia giurata della famosa barzelletta che faceva la guardia al “cassonetto della spazzatura”
23/5/2016
«Al di la delle dichiarazioni trionfalistiche circa l’approvazione del Bilancio di previsione 2016, la realtà dei fatti evidenzia tutta un’altra storia che racconta del pressapochismo e della inadeguatezza di questa Amministrazione comunale, che non manca occasione per darne ampia prova», attacca il consigliere forzista
23/5/2016
Sabato 28 maggio, dalle ore 11 alle ore 18.40, e domenica 29, dalle ore 10.30 alle ore 18.50, sarà possibile conoscere gli interni di quella che fu una delle prime grandi fabbriche della Sardegna
23/5/2016
Nel corso della giornata, il Presidente e gli assessori saranno impegnati in una serie di incontri con i rappresentanti istituzionali e di categoria nel territorio. Firma dell´Iti
© 2000-2016 Mediatica sas