Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Il Senatore celebra il disgelo Dem in via Mazzini
S.A. 26 gennaio 2016
Grande partecipazione di pubblico all’evento organizzato dal Partito Democratico provinciale ad Alghero con Silvio Lai nelle vesti di relatore sulla Legge di Stabilità recentemente approvata dal Governo Renzi
Il Senatore celebra il disgelo Dem in via Mazzini


ALGHERO - Si aprono ad Alghero gli incontri programmati dalla segreteria provinciale del Partito democratico sul territorio, per spiegare le novità contenute dalla Legge di Stabilità del Governo Renzi recentemente approvata in parlamento. Lunedì la prima riunione moderata dal segretario cittadino Mario Salis ha visto la partecipazione di Gianpiero Cordedda, segretario provinciale Dem, e il senatore Silvio Lai nelle vesti di relatore. In sala il consigliere regionale Luigi Lotto, dirigenti locali e gruppo consiliare cittadino col capogruppo Mimmo Pirisi in testa (prossime tappe Thiesi il 28 gennaio e Porto Torres il 1 febbraio).

L'interessate riunione, aldilà degli aspetti squisitamente tecnici, arriva a breve distanza dal primo passo per un futuro accordo amministrativo compiuto nei giorni scorsi con l'incontro tra le delegazioni [LEGGI] e segna il disgelo all'interno di quello che era il grande gruppo Dem di via Mazzini. E la grande partecipazione di lunedì ne è la positiva conseguenza di un dialogo definitivamente riaperto tra circolo algherese del Partito democratico e Maggioranza. Tra il pubblico, infatti, il presidente del consiglio Matteo Tedde, un gran numero di consiglieri comunali, gli assessori Tanchis (accompagnato dal dirigente di settore Satta e Salvatore Marino della Secal), Cacciotto, Cherchi ed Esposito, oltre al sindaco Mario Bruno, che ha sottolineato le ristrettezze economiche nelle quali gli enti locali sono costretti ad operare.

E ancora, non è passata inosservata la presenza di alcuni storici dirigenti da tempo assenti dalla "casa del popolo" quali Carmelo Scanu e Tonino Carboni, dell'onorevole Francesco Carboni, e quella del delegato algherese nella direzione regionale Giuliano Spanedda. Oltre al gruppo Democratico, presente in sala il segretario cittadino dei Riformatori sardi, Nicola Salvio, e alcuni sindacalisti. Tra le misure più impattanti sull'isola, salutata con soddisfazione dal senatore Lai, componente della quinta commissione permanete sul Bilancio, i 30 milioni con cui il Governo ha scelto di rifinanziare la continuità territoriale.

Nella foto: un momento della relazione del senatore Silvio Lai
20:36
All´assessore Lampis va tutta la nostra solidarietà e vicinanza, un grazie sentito per aver fatto proprio un nostro disagio e, con grande convinzione personale e politica, portato a termine il progetto del Marchio
22:52
Il Gruppo Consiliare di opposizione chiede le dimissioni di Quirico Meloni da primo cittadino del Comune di Villanova Monteleone «a seguito della condanna da parte della Corte dei Conti»
9:39
Ovviamente, l´ingiustificabile ritardo non consentirà la distribuzione di questa importante somma ai sardi in condizioni di povertà entro la fine dell´anno
16:25
La nota a firma di alcuni esponenti politici algheresi sull´esito del voto al Referendum costituzionale del 4 dicembre in cui ha prevalso il No, e l´analisi rispetto alla situazione amministrativa cittadina
6/12/2016
E se il travolgente “no“ della Sardegna somigliasse al voto per Trump dell’America profonda? Il voto di pancia chiesto da Grillo invece che il voto di testa chiesto da Renzi. E fra i commentatori più o meno interessati comincia a farsi strada l’idea che il risultato del referendum contenga anche un giudizio contro la giunta di Francesco Pigliaru. Ma si tratta di una falsa prospettiva: in realtà sono stati troppi, con il senno di poi, i passi falsi della strategia di Renzi che hanno portato alla sconfitta del “si”. Proviamo a ragionare senza preconcetti…
6/12/2016
Lo ha dichiarato il senatore sardo Luciano Uras del Gruppo Misto commentando il tentato femminicidio che si è consumato poche ore fa, questa volta in Sardegna, a Tempio Pausania
© 2000-2016 Mediatica sas