Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAmbiente › Exploralghero alla scoperta di Bonu Ighinu
S.A. 27 gennaio 2016
L’escursione inizierà con l’ascensione del monte dove si ergeva un insediamento medioevale e al cui apice si trovano i resti del castello di Bonu Ighinu. Appuntamento domenica 31 gennaio
Exploralghero alla scoperta di Bonu Ighinu


ALGHERO - Domenica 31 gennaio 2016 la coop. Exploralghero propone una nuova escursione fuori porta. Stavolta si va nel territorio del comune di Mara, nello splendido scenario dove è situata la chiesa di Bonu Ighinu che si erge in una vallata erbosa contornata da massicci basaltici aspri e ricoperti di boschi di roverelle, sughere, olivastri ultracentenari, tra vecchi fontanili, tracce di nuraghi e ruderi medioevali.

L’escursione inizierà con l’ascensione del monte dove si ergeva un insediamento medioevale e al cui apice si trovano i resti del castello di Bonu Ighinu (495m), si proseguirà attraversando la valle lungo degli antichi sentieri di pellegrinaggio e si raggiungerà la chiesa dove concluderemo l’escursione. Il percorso proposto ha una lunghezza di circa 5.5 km, andata e ritorno e affronta dislivelli di circa 250m con picchi di pendenza del 35%.

L'escursione di livello E (escrusionistico), avrà durata di 5 ore circa e prevederà un numero massimo di partecipanti pari a 30 (la prenotazione è obbligatoria entro sabato mattina al numero al numero +39 331 34 00 862 (ore 9-16) o con una mail a info@exploralghero.it).
14:57
Le risorse aggiuntive arrivano dalla seconda variazione di bilancio, approvata dal Consiglio regionale alla fine dello scorso mese di settembre, e vengono destinate all’ampliamento del numero di Comuni compresi nella tabella di ripartizione dei fondi
9:02
Lingua blu, siccità e prezzo del latte saranno i temi trattati dall’assemblea sindacale di Coldiretti Nuoro Ogliastra organizzata per lunedì mattina, nella Sala consiliare di Cardedu
20/10/2017
Servizi in borghese, utilizzo di videocamere e del drone, potenziamento del personale e dei mezzi a disposizione del nucleo di controllo ambientale che assicura una copertura 24 ore su 24. Tolleranza zero della Polizia locale di Sassari contro chi non differenzia i rifiuti e soprattutto contro le grandi utenze che producono la maggior parte della spazzatura, incidendo negativamente sui valori
© 2000-2017 Mediatica sas