Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › «Aumenti Irpef, Bruno fermi Regione»
S.A. 28 gennaio 2016
Così Michele Pais, consigliere comunale di Forza Italia, annuncia la nuova iniziativa del gruppo azzurro ad Alghero: una mozione per impegnare il Sindaco di Alghero affinché intervenga presso la Regione Sardegna per annullare e o revocare gli aumenti dell´addizionale irpef
«Aumenti Irpef, Bruno fermi Regione»


ALGHERO - «Abbiamo presentato una mozione per impegnare il Sindaco di Alghero affinché intervenga presso la Regione Sardegna, Governatore e Presidente del Consiglio Reginale, per annullare e/o revocare gli aumenti dell'addizionale irpef, operati con la Legge Regionale 34/15». Così Michele Pais, consigliere comunale di Forza Italia, annuncia la nuova iniziativa del gruppo azzurro ad Alghero.

Secondo Pais si tratta di «una vera e propria "rapina a mano alzata" nei confronti dei cittadini sardi, ormai allo stremo, che non servirà a finanziare nuovi servizi pubblici, o ad implementarli o a renderli più efficienti, quanto a sanare e finanziare la pletorica ed inefficiente macchina pubblica regionale». «Una vera e propria dichiarazione di incapacità quella della Giunta regionale, incapace di intervenire sulle cause della spesa pubblica, tagliando sprechi e eliminando le innumerevoli sacche di inefficienza».

E concludono nella nota chiedendo un intervento del Primo cittadino: «chiediamo al Sindaco di sollecitare il Governo italiano ad impugnare la suddetta legge regionale nanti la Corte Costituzionale, per illegittimità costituzionale e contrarietà ai principi di equità stabiliti dalla Legge statale. E' ora di iniziare una guerra a viso aperto nei confronti di questo Governo regionale che, per l'ennesima volta, si dimostra nemico dei Sardi. Noi, in questa guerra, sappiamo benissimo da che parte stare. Con questa mozione, anche il Sindaco ha la possibilità di chiarirlo».

Nella foto: Michele Pais
10:17
Il colpo di scure è arrivato con la recente seduta del Consiglio dei Ministri che decreta la chiusura e l’accorpamento di quarantacinque enti camerali su 105 esistenti oggi sul territorio nazionale
10:36
E´ curioso come l´assessore del Movimento dei puri e onesti, quello per intenderci che indica come mafiosi e corrotti tutti gli altri schieramenti politici e inclini al clientelismo le loro amministrazioni, per quasi un ventennio abbia lucrato proprio da Giunte multipartitiche prima di candidarsi alla guida dell´assessorato ai Lavori Pubblici, Edilizia Privata e Urbanistica dell´Amministrazione pentastellata cittadina
© 2000-2016 Mediatica sas