Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › Ryanair, Alghero chiama Puigdemont e Pigliaru
Red 28 gennaio 2016
Mario Bruno chiede uno sforzo eccezionale al Presidente della Generalitat di Catalunya e a quello della Regione Sardegna affinché si possano trovare opportune soluzioni per potenziare i trasporti tra la Sardegna e la Catalogna
Ryanair, Alghero chiama Puigdemont e Pigliaru


ALGHERO - Confermato, ad oggi, il taglio dalla primavera-estate 2016 dello storico collegamento Ryanair tra Alghero e Girona (insieme ad altre 13 rotte). Così il sindaco di Alghero si rivolge direttamente al Presidente della Generalitat di Catalunya, Carles Puigdemont i Casamajó (nella foto) e al Presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru con una lettera inviatagli questa mattina (giovedì).

Mario Bruno chiede «uno sforzo eccezionale affinché si possano trovare opportune soluzioni per potenziare i trasporti e garantire la libera circolazione delle persone con culture così vicine e ricche di storia». Di seguito la lettera integrale.

La paventata cancellazione dei collegamenti aerei tra Alghero e Girona rischia di vanificare i proficui rapporti culturali, economici e turistici costruiti con lungimiranza e fatica negli anni tra la Catalogna e la Sardegna. È per questo che mi rivolgo a Voi, consapevole dell'impegno da sempre profuso per avvicinare i due territori, chiedendo uno sforzo eccezionale affinché si possano trovare opportune soluzioni per potenziare i trasporti e garantire la libera circolazione delle persone con culture così vicine e ricche di storia. Numerose sono, infatti, le iniziative portate avanti con successo in questi anni in campo enogastronomico, turistico, linguistico ed economico che hanno incentivato le attività imprenditoriali e favorito gli scambi culturali tra la Sardegna e la Catalogna. Una vicinanza che la città di Alghero ha rafforzato diventando sede istituzionale del Governo della Generalitat in Italia, unica nel Paese insieme a Roma, rinvigorita nei gemellaggi con le città di Tarragona e Balaguer e la vicina Palma di Majorca, e che conserva nell’uso del catalano, di cui è un'isola linguistica nella sua variante algherese, riconosciuta dalla Repubblica Italiana e dalla Regione Sardegna come lingua minoritaria. È anche grazie ai collegamenti aerei, attivi con frequenze fino a qualche tempo fa quotidiane, se negli ultimi dieci anni si sono incentivati gli scambi economici favorendo lo sviluppo del commercio e del turismo. Con la città di Barcellona e il Governo Catalano si annovera infine un lungo elenco di attività di collaborazione e scambio, di progetti avviati con successo nelle scuole di ogni ordine e grado e relazioni consolidate tra le tante associazioni culturali sarde, algheresi e catalane. Sono certo che da tali numerosi e validi elementi si potrà partire per trovare insieme le giuste sinergie per fare sistema e garantire la prosecuzione di rapporti e processi importanti, in un momento economico per tutti i Paesi europei particolarmente delicato ma comunque ricco di opportunità.

Nella foto: Carles Puigdemont i Casamajó
24/7/2017
Questa mattina, l’Assemblea dei soci della società che gestisce l´aeroporto di Cagliari ha conferito a Gavino Pinna l’incarico di presidente
© 2000-2017 Mediatica sas