Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaSaluteSolidarietà › Arance in Sardegna per ricerca sul cancro
S.A. 29 gennaio 2016
Venerdì e sabato in 40 scuole e 60 piazze sarde torna Le arance della salute promosso da Airc in collaborazine con Fai. Coldiretti sostiene l´iniziativa
Arance in Sardegna per ricerca sul cancro


CAGLIARI - Venerdì 29 e sabato 30, 6.300 reticelle di arance rosse della cooperativa di Villacidro saranno distribuite in 35 scuole e 60 piazze sarde per raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro dei 5.000 ricercatori di Airc (Associazione italiana ricerca contro il cancro) e ricordare che l’attività fisica regolare e un regime alimentare sano sono fondamentali per prevenire il rischio di cancro.

Le arance della salute è una iniziativa promossa dall’Airc e vede ancora una volta la collaborazione, come fornitore ufficiale delle arance, di Fai, (Firmato agricoltori italiani), il progetto Coldiretti, per promuovere i prodotti a km0 nella Grande distribuzione. Si terrà in tutte le regioni italiane e vedrà impegnati 15mila volontari in 2.500 piazze e 600 scuole. Con una donazione di 9 euro sarà possibile ricevere una reticella da 2,5 kg di arance e la Guida Muoviamoci contro il cancro con preziose informazioni sull’attività fisica e sugli esercizi indicati per ogni età e gustose e sane ricette a tema arance, realizzate appositamente dallo chef stellato Moreno Cedroni in collaborazione con La Cucina Italiana.

Come da tradizione Le Arance della Salute sono tutte rosse: contengono infatti gli antociani, pigmenti naturali dagli eccezionali poteri antiossidanti, e circa il quaranta per cento in più di vitamina C rispetto agli altri. L’edizione 2016 prende avvio venerdì nelle scuole con Cancro, io ti boccio: 600 scuole, 60 della quali in Sardegna. Bambini e ragazzi, insieme ai loro genitori e agli insegnanti, diventano volontari per un giorno distribuendo Le Arance della Salute. Ad accompagnare le reticelle dedicate alle scuole un colorato poster sui corretti stili di vita da appendere in cucina per ricordare ogni giorno a tutta la famiglia le sane regole per stare bene.

Il giorno dopo saranno presenti in 60 piazze (2.500 in tutta Italia) e in alcuni supermercati e durante l’orario della messa di sabato e di domenica all’Ospedale Oncologico Businco di Cagliari. «Aderiamo con convinzione ed entusiasmo ad una manifestazione importante in linea con i principi del mondo agricolo – dice il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu -: solidarietà, corretta alimentazione con cibo buono, salutare e di stagione. E lo facciamo con un prodotto simbolo dell’alimentazione sana e protettiva grazie alle sue straordinarie proprietà. Per questo invitiamo tutti i sardi a recarsi nelle piazze per contribuire con un piccolo gesto ad un grande progetto di vita».
13:52
Un incontro-dibattito con don Luigi Ciotti arricchirà l’esperienza dei volontari che dallo scorso mese di luglio stanno partecipando nell’isola dell’Asinara ai campi di impegno e formazione organizzati dall’associazione Libera in collaborazione con Sardegna Solidale
© 2000-2016 Mediatica sas