Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaOpinioniPoliticaL´autonomia speciale della Sardegna è a rischio
Roberto Cotti 29 gennaio 2016
L'opinione di Roberto Cotti
L´autonomia speciale della Sardegna è a rischio


Mentre a Roma, alla Camera, è in corso un seminario sul tema "Il futuro delle Regioni a Statuto Speciale alla luce della riforma costituzionale", che dibatte sugli esiti dell'indagine conoscitiva della Commissione Questioni Regionali, proprio sulle problematiche che riguardano l'attuazione degli Statuti speciali, si sta avvicinando il momento della nomina del nuovo Ministro agli Affari regionali.

Non si possono non evidenziare i grossi pericoli che rischia di correre l’Autonomia speciale delle Regione Sardegna, visto che il favorito a ricoprire la carica, secondo i più accreditati rumors, sarebbe proprio il viceministro Enrico Costa, cioè l'autore di una proposta di legge costituzionale che ha per oggetto la “Soppressione dello status giuridico di regione a statuto speciale e di provincia autonoma. Una proposta di legge che da sola basta a mettere in guardia sulle posizioni politiche che Costa ha manifestato riguardo alle autonomie speciali: per lui le Autonomie sono infatti un privilegio anacronistico e vanno tolte nel nome di un livellamento verso il basso.

Lo ha scritto chiaramente nella sua proposta di legge, una proposta che all'art. 3 abroga lo statuto speciale della Sardegna e in cui si legge: "Le significative differenze linguistiche, culturali e geografiche che oltre sessanta anni fa avevano favorito la scelta di uno «statuto speciale», se avevano ragione di esistere in tempi di integrazione europea, sotto il profilo sostanziale dell’identità, non hanno più motivo di costituire artificiose barriere protettive". Al contrario dello scellerato progetto politico di Costa, che prevede di cancellare con un colpo di spugna le Autonomie speciali, la proposta del M5S si articola diversamente in un progetto di estensione dell’autonomia alle altre regioni, sia in un’ottica europeistica dei territori che di coinvolgimento popolare dal basso". Per il resto Costa e il governo Renzi siano consapevoli che l’Autonomia della Regione Sardegna non è negoziabile.

*senatore sardo, vice capogruppo del M5S
9/12/2016
Una sentenza della Corte dei Conti ha riacceso lo scontro politico a Villanova Monteleone. Dopo gli attacchi del gruppo di opposizione Per Villanova, la replica del sindaco Quirico Meloni
9/12/2016
Non stiamo qui a spendere parole di solidarietà a difesa dell’ennesimo assessore defenestrato dal sindaco Bruno e dalla sua variegata maggioranza, abbiamo sempre criticato la Lampis, disapprovando il suo operato ed evidenziando più volte i danni creati al settore produttivo della città, a partire dall’assurdo regolamento sui suoli pubblici
9/12/2016
Gli esponenti del centrosinistra che oggi hanno fretta di ripristinare gli enti intermedi farebbero meglio a interrogarsi sul perché tre quarti dei sardi hanno bocciato sonoramente una riforma che, se approvata, avrebbe rafforzato enormemente l’asse Renzi-Pigliaru
9/12/2016
Il presidente regionale Mirko Murgia prende posizione sulla situazione di incertezza in cui è precipitata la politica regionale dopo l’esito del referendum costituzionale di domenica scorsa.
© 2000-2016 Mediatica sas