Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaEditorialiAeroporto › Il salva-Ryanair vola con IsolaMedia
1 febbraio 2016
1,5 milioni le visualizzazioni della campagna di comunicazione sulle testate online locali del nord Sardegna. E´ il contributo all´iniziativa "Destinazione Sardegna" di Alguer.it, SassariNews.it, PortoTorres24.it e Olbia24.it, che hanno rilanciato tutte le possibilità attualmente offerte a privati e imprenditori per sostenere concretamente il calendario voli dell´aerostazione di Alghero. Si replica fino al 28 febbraio su CagliariOggi.it, OristanoNews.it e NuoroNews.it
Il salva-Ryanair vola con IsolaMedia


L'aerostazione Riviera del Corallo perde importanti tratte internazionali e nazionali fino ad oggi operate dal primo vettore low cost d'Europa, la Ryanair. Compagnia aerea pioniera dei mercati non domestici sullo scalo del Nord ovest della Sardegna, col primo volo su Londra Stansted datato 22 giugno 2000. Da allora solo successi e conquiste per gli algheresi ma soprattutto per i sardi. Decine le destinazioni europee servite e milioni di passeggeri raggiunti. Un contributo decisivo non solo al turismo ma anche alla libera circolazione della cultura, all'economia immobiliare e al commercio.

Non sempre capito fino in fondo dagli stessi imprenditori turistici, pronti a sfruttare le onde di visitatori garantiti in alta stagione ma altrettanto distratti nel presentare una città-ombra nei mesi più freddi, nonostante l'operatività dei voli e la presenza di turisti. Fino alla paventata doccia fredda: Quattordici i collegamenti non garantiti per la Primavera-Estate 2016 senza una vera alternativa. Tra questi rotte storiche. Barcellona, Madrid, Roma Ciampino. Ma ciò che più spaventa è l'assenza di una adeguata strategia di diversificazione dei vettori da parte dell'azionista. Il tutto nel momento più delicato per la società, a totale partecipazione pubblica, che gestisce lo scalo algherese. Una procedura di privatizzazione aperta e una indagine Ue sui presunti aiuti di stato che non si chiude.

E' in questo scenario che Confcommercio, Federalberghi e le associazioni collegate alla filiera ricettiva del territorio scendono in campo. Decise a contribuire, per la prima volta, alle strategie (e sorti) alla base dei trasporto aereo lanciando quello che i media hanno ribattezzato il fondo salva-Ryanair (cit. felice da Alguer.it), ma che in relatà rappresenta il contributo privato alla salvaguardia e potenziamento delle linee aeree su Alghero. Iniziativa che ha, da subito, incassato il nostro sostegno: 1,5 milioni le impression "Destinazione Sardegna" rilanciate (e visualizzate) dalle testate online attive sul territorio del nord Sardegna - Alguer.it, SassariNews.it, PortoTorres24.it e Olbia24.it - in trenta giorni circa.

E' l'importante contributo targato IsolaMedia, il primo network di quotidiani esclusivamente online dell'Isola che sui propri canali locali ha rilanciato tutte le possibilità attualmente offerte a privati e imprenditori per poter sostenere concretamente il calendario voli dell'aerostazione di Alghero [LEGGI]. Sostegno che oggi prosegue in linea con la scelta di prorogare fino al 28 febbraio la possibilità di contribuire al salva-ryanair e si allarga alle testate sarde più a sud. Saranno così OristanoNews.it, CagliariOggi.it e NuoroNews.it a far volare l'iniziativa sulle ali di IsolaMedia.
18:00
Si cerca di chiudere la procedura di privatizzazione della società di gestione dello scalo di Alghero, giunta ormai alla decima proroga. Col nuovo testo unico la Regione Sardegna potrà comunque intervenire per ricapitalizzare
25/9/2016
«La Commissione Europea disponga un’urgente e puntuale verifica». Lo chiede mauro Pili a poche ore dalla chiusura della procedura di privatizzazione della società di gestione dell´aeroporto di Alghero
31/8/2016
Inizia in questi minuti un vertice che vedrà il presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru accogliere a Cagliari i sindaci di Alghero, Sassari, Nuoro, Bosa e Modolo in rappresentanza di oltre cento amministrazioni comunali. Sul tavolo, il futuro della società che gestisce il Riviera del Corallo
© 2000-2016 Mediatica sas