Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaTrasporti › «Colpevole ritardo su Ryanair»
Red 6 febbraio 2016
Lo ha dichiarato Marco Tedde, vice-capogruppo di Forza Italia Sardegna, presente venerdì mattina in Sogeaal in occasione dell´incontro del Governatore con gli imprenditori
«Colpevole ritardo su Ryanair»


ALGHERO - «Con colpevole ritardo, dopo tre mesi dall'annuncio della crisi dei rapporti fra Ryanair e la Regione, Pigliaru irrompe sulla scena senza dire nulla di nuovo e nebulizzando etere su un territorio ferito dalle colpevoli sottovalutazioni della sua Giunta. Vorremmo dire meglio tardi che mai, ma solo se alle passerelle seguiranno fatti concreti». Lo ha dichiarato Marco Tedde, vice-capogruppo di Forza Italia Sardegna, presente venerdì mattina in Sogeaal in occasione dell'incontro del Governatore con gli imprenditori [LEGGI].

«Dopo le innumerevoli accuse contro la Legge regionale 10 del 2010 – prosegue l’ex sindaco di Alghero-, che a detta di Deiana ostacolava la Regione ad intervenire per sostenere il low cost, ora secondo Pigliaru e Deiana la legge 10 è ineccepibile e sta passando indenne al vaglio della procedura di infrazione della Commissione Europea: è la medesima tesi che sosteniamo da novembre. Ma rimane fermo che anche se la legge 10 non fosse conforme al paradigma normativo europeo, e nello specifico al terzo pacchetto di direttive dell'aprile 2014, la Regione avrebbe comunque dovuto prevedere strumenti per gli incentivi al low cost sulla base di queste norme in vigore».

«Sono trascorsi due anni dall'insediamento di questa Giunta, e in questi due anni il tema dei collegamenti a basso costo non è stato affrontato o è stato affrontato con accademico distacco. I danni causati al territorio isolano sono di qualche centinaia di milioni di euro. C'è da recuperare il tempo perduto, da ricapitalizzare la Sogeaal, ristabilire proficui rapporti con la Ryanair, progettare uno scenario con plurimi vettori low cost e tracciare l'orizzonte di un sistema aeroportuale isolano che faccia collaborare i tre scali e metta in campo le condizioni per evitare che entrino in concorrenza. Non siamo pessimisti per il futuro. Preferiamo vedere il bicchiere mezzo pieno» puntualizza ancora Marco Tedde.

«Evidentemente non tutti i "buoi scappati" possono essere recuperati. Ma, quantomeno, se si lavora a testa bassa si può disegnare uno scenario positivo per il futuro della Ryanair e dei collegamenti aerei a basso costo. Rimane l'amaro in bocca di questi ritardi incomprensibili. Se a novembre, allorché chiedevamo a Pigliaru di intervenire in modo diretto come fece Cappellacci nel 2009, fossimo stati ascoltati – ha concluso Tedde- non saremmo arrivati sull'orlo del precipizio»”.
30/11/2016
Uiltrasporti ribadisce la propria contrarietà alla privatizzazione dell´aeroporto di Alghero ma vuole al più presto incontrare il fondo F2i che ha rilevato la maggioranza delle quote Sogeaal e chiede rassicurazioni sul destino dei lavoratori
20:43
L’assemblea ha riconfermato alla presidenza dell’associazione il presidente dell’Atp di Nuoro Paolo Piras. Inoltre, sono stati eletti i membri della giunta esecutiva Giovanni Caria, Luciano Mura, Roberto Mura, Roberto Murru, Marcello Ortu, Massimo Putzu, Alessandro Ramazzotti e Giovanni Sistu
9:08
«La tratta Sestu-Policlinico è strategica perché interessa un enorme bacino di utenti. Massimo Zedda dimostri nei fatti, non solo a chiacchiere, di essere anche sindaco di tutta la città metropolitana»: appello di Michele Cossa al sindaco Massimo Zedda
29/11/2016
La vicinanza politica tra chi siede nel consiglio di amministrazione di F2i in rappresentanza della Fondazione di Sardegna e chi, nella giunta Pigliaru, si occupa di trasporti, è di dominio pubblico. Ciò solleva più di un dubbio sulla trasparenza dell’intera procedura che porterà alla cessione della quota di maggioranza della Sogeaal
1/12/2016
L’integrazione trasportistica su ferro permetterà di unire la periferia di Cagliari alla centralissima stazione di piazza Matteotti. I tre lotti ceduti oggi hanno una superficie complessiva di circa tremila metri quadrati e saranno destinati alla posa di binari e banchine
© 2000-2016 Mediatica sas