Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Pietro Serra smentisce: non conosco Andrea Devoto
Red 7 febbraio 2016
L´avvocato algherese qualche giorno fa aveva chiesto pubbliche scuse in riferimento ad alcuni comunicati stampa sull´ex caserma di Alghero, annunciando il ricorso alla magistratura. Interviene il Presidente Nazionale "Alternativa Futura per l´Italia
Pietro Serra smentisce: non conosco Andrea Devoto


ALGHERO - «Smentisco categoricamente ogni riferimento ad Andrea Devoto nel comunicato stampa dello scorso 22 Gennaio, circa l'occupazione dell'ex caserma dei carabinieri in via Simon ad Alghero» [LEGGI]. Nel testo si parlava di "devoti" e "Devoto per eccellenza" sottolinea il Presidente Nazionale "Alternativa Futura per l'Italia".

«Puntualizzo pertanto di non conoscere tale avvocato, né di aver intrattenuto con lo stesso alcun tipo di rapporto. Sia umano che telematico». «Fatto che la dice lunga sulla possibile citazione in un comunicato stampa. Come si può parlare di chi non si conosce» si domanda Pietro Serra che conclude : «Concludo affermando che ogni addebito è da rispedire al mittente poiché tali illazioni sono prive di alcun riscontro e autenticazione (anche solo implicita) da parte mia e dell'AFI».

L'avvocato algherese Andrea Devoto qualche giorno fa aveva chiesto pubbliche scuse in riferimento ad alcuni comunicati stampa, annunciando il ricorso alla magistratura per danno d'immagini in assenza di una smentita pubblica. Oltre a Pietro Serra il «suggerimento» era rivolto a Pasqualina Bardino, portacolori del Circolo Popolare Europeo di Alghero e molto vicina alle posizioni politiche dell'onorevole (e avvocato) Marco Tedde (Fi).

Nella foto: Pietro Serra
16:47
Avviata la class action di Unidos per fermare le cartelle del gestore dell´acqua arrivate nelle scorse settimane nelle cassette delle poste dei sardi. I legali hanno depositato il ricorso nel Tribunale di Cagliari
9:18
La sezione sassarese di CasaPound Italia interviene in merito «al totale degrado in cui versa Piazzale Segni, vetrina dei maggiori eventi sportivi e culturali cittadini»
27/6/2016
E’ assurdo che ogni decisione venga calata dall’alto, da Roma, lasciando poi alle comunità, alle Forze dell’ordine, ai volontari il compito di arrangiarsi di fronte ad un fenomeno di proporzioni gigantesche
© 2000-2016 Mediatica sas