Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Psd'Az e Ncd ancora all'attacco ad Alghero
Red 8 febbraio 2016
La manifestazione del centrodestra organizzata sabato a sostegno dell'aeroporto di Alghero e della Ryanair diventa nuovo terreno di scontro politico
Psd'Az e Ncd ancora all'attacco ad Alghero


ALGHERO - La manifestazione del centrodestra organizzata sabato a sostegno dell'aeroporto di Alghero e della Ryanair, come prevedibile, diventa nuovo terreno di scontro politico. Così all'accusa «di voler strumentalizzare e dividere il territorio in continua ricerca di visibilità con una passeggiata inutile» lanciata dai Democratici per Alghero [LEGGI], Nuovo Centro Destra e Psd'Az non perdono l'occasione per replicare. Per Salaris e alleati si tratterebbe solo di «dichiarazioni assolutamente inopportune, fumose ma soprattutto inutili e fuori contesto. In questo caso il silenzio, oltre che evitare ai tre fuoriusciti della lista Bruno una brutta figura, sarebbe stato d'oro».

L'attenzione di Psd'Az e Ncd si sposta infine sul Sindaco, con la nuova richiesta di dimissioni: «Dopo l'annuncio di Ryanair di voler cancellare Alghero dalle sue rotte ci saremmo aspettati una convocazione urgente del consiglio comunale per valutare tutti insieme le possibili strategie da mettere in campo in un momento di criticità così elevato». «Purtroppo - sottolineano - il consiglio comunale viene utilizzato oramai solo in via marginale e a seconda della disponibilità di un consigliere comunale di maggioranza».

Per Tore Pintus e alleati «Mario Bruno, in veste di podestà, potrebbe chiedere una deroga e in dispregio delle più elementari regole di democrazia abolire il consiglio comunale perché il luogo democratico, deputato a rappresentare l'intera comunità, cioè il consiglio comunale, per Bruno & C rappresenta uno scoglio insormontabile considerato che non ha più i numeri per governare la città». Così Emiliano Piras e compagni auspicano «che le dimissioni del sindaco Bruno e della sua "minoranza" siano un atto conseguente e responsabile rispetto alla paralisi della città e che si restituisca la parola agli algheresi».

Ncd e Psd'Az infine giudicano «valida la proposta del gruppo di Forza Italia, peraltro già proposta da Mario Conoci, già assessore al turismo, di utilizzare le risorse della tassa di soggiorno per destinarle alla Sogeaal come contributo per la firma dei contratti low cost», «anche se siamo consapevoli che l'ordine del giorno depositato agli atti del consiglio non vedrà discussione perché il consiglio comunale di Alghero non verrà convocato per lunghi periodi» concludono i rappresentanti dei due partiti di opposizione.

Nella foto: Tore Pintus (Psd'Az) e Maria Grazia Salaris (Ncd) in piazza ad Alghero
11:15
L´ex sindaco Carlo Sechi parla di «fallimento della missione» per la Fondazione (e la Secal) e ne chiede pubblicamente la «liquidazione». Il gruppo consigliare di Forza Italia (che Meta e Secal le hanno create con Tedde sindaco) difendono le scelte del passato e attaccano
23/5/2016
L´ex sindaco, leader del movimento di sinistra Sardenya I Llibertat chiede al Primo cittadino lo scioglimento della Fondazione che si occupa della gestione degli eventi turistici e culturali ad Alghero. Parole durissime sui conti, l´amministrazione e i risultati
16:27
Al netto della fuffa mediatica, Pigliaru si comporta come un commissario liquidatore del Nord Sardegna, in nome e per conto del Governo, trattando metà dell’isola come se fosse una sorta di bad company da sacrificare a beneficio di altri territori
10:47
I sindaci della Rete metropolitana, che ben si sono guardati a febbraio dall’erigere barricate contro la presa in giro della Rete per consiglieri riottosi, litigano per percentuali di gestione del nulla e si comportano come quella guardia giurata della famosa barzelletta che faceva la guardia al “cassonetto della spazzatura”
23/5/2016
«Al di la delle dichiarazioni trionfalistiche circa l’approvazione del Bilancio di previsione 2016, la realtà dei fatti evidenzia tutta un’altra storia che racconta del pressapochismo e della inadeguatezza di questa Amministrazione comunale, che non manca occasione per darne ampia prova», attacca il consigliere forzista
23/5/2016
Sabato 28 maggio, dalle ore 11 alle ore 18.40, e domenica 29, dalle ore 10.30 alle ore 18.50, sarà possibile conoscere gli interni di quella che fu una delle prime grandi fabbriche della Sardegna
23/5/2016
Nel corso della giornata, il Presidente e gli assessori saranno impegnati in una serie di incontri con i rappresentanti istituzionali e di categoria nel territorio. Firma dell´Iti
© 2000-2016 Mediatica sas