Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaEconomiaAgricoltura › «Per battere la peste suina serve responsabilità»
Red 11 febbraio 2016
Lo ripete il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu: «Per troppo tempo abbiamo rinunciato alla suinicoltura, questo è il momento della svolta»
«Per battere la peste suina serve responsabilità»


CAGLIARI - «Il settore suinicolo è una grande risorsa e opportunità per l'economia sarda. Dopo anni di battaglie e gravi errori siamo riusciti ad aprirci una finestra nei mercati extra regionali con il termizzato. Un piccolo passo ma significativo». Partendo da questi presupposti secondo Coldiretti Sardegna «questo è il momento in cui tutti, nessuno escluso (istituzioni, organizzazioni sindacali, allevatori, veterinari), dobbiamo rimboccarci le maniche, assumerci le nostre responsabilità e lavorare, ognuno nel suo campo di competenza, verso la direzione della legalità».

«Lo dobbiamo fare con il dialogo, ascoltandoci, confrontandoci, ma mantenendo la barra dritta – sostiene il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu -. Per troppo tempo abbiamo rinunciato alla suinicoltura, questo è il momento della svolta».

«Abbiamo delle produzioni (dal porcetto, ai prosciutti) uniche che il mercato aspetta. Dobbiamo essere consapevoli che siamo noi i responsabili del nostro futuro. Dobbiamo solo decidere se vogliamo continuare a restare confinati nella nostra regione oppure finalmente fare economia, e creare di conseguenza nuove e importanti opportunità lavorative».
12:02
Ieri mattina, nella sede di Coldiretti Sardegna a Cagliari, si è svolta la presentazione dell’accordo tra Coldiretti, Confcommercio e Confesercenti per la promozione e la vendita nelle pizzerie e nei ristoranti sardi della pizza e la pasta sarda al 100percento. Inoltre, è stato presentato il logo della pizza Io sono sarda, dal campo al forno
29/7/2016
C’è anche la Sardegna nella Giunta nazionale dell’Associazione italiana allevatori. A rappresentarla Stefano Sanna, 36enne pastore di Ozieri
29/7/2016
Oggi, i pastori sardi hanno invaso la principale arteria stradale dell´Isola, per protestare contro il prezzo del latte, ritenuto non adeguato al lavoro
© 2000-2016 Mediatica sas