Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Pigliaru incontra la presidente delle Baleari
A.B. 11 febbraio 2016
«Lavoriamo insieme per raggiungere più rapidamente obbiettivi comuni», ha dichiarato il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, dopo aver avuto una riunione a Bruxelles con Francina Armengol
Pigliaru incontra la presidente delle Baleari


CAGLIARI - Il tema dei trasporti è stato tra gli argomenti principali nella giornata di lavoro del presidente Pigliaru, ieri (mercoledì) a Bruxelles, per la seduta plenaria del Comitato delle Regioni nell'emiciclo del Parlamento Europeo. Francesco Pigliaru ne ha parlato a lungo in riunione con la presidente delle Baleari Francina Armengol, lavorando sui dossier centrati sulla questione insularità che Sardegna e Baleari stanno portando avanti insieme per cercare soluzioni comuni a problemi comuni. «Gli svantaggi dovuti alla discontinuità territoriale causano alle nostre regioni gli stessi problemi che, nel tempo, sono stati affrontati spesso in modo molto diverso, arrivando a risultati altrettanto diversi», ha detto Pigliaru al termine dell'incontro. «Abbiamo deciso di confrontare le esperienze condividendo sia le buone pratiche sia la conoscenza degli esiti negativi di scelte del passato, per raggiungere tutti più rapidamente i nostri obbiettivi. A ciò si aggiunga il presentarsi uniti a discutere con l'Europa su materie spesso spinose, a partire dagli aiuti di Stato, e farlo partendo da una prospettiva condivisa e su cui si è lavorato congiuntamente. Già da diversi mesi i nostri uffici sono impegnati sui dossier. Al primo posto abbiamo messo i trasporti, poi l'energia e il turismo, ma anche l'autonomia e la specialità, con particolare attenzione alla fiscalità nei rapporti con i rispettivi governi centrali. Un patto tra isole che, su invito del governo delle Baleari, sigleremo da loro nei prossimi mesi. E sono tutti punti che affronteremo anche domani con il presidente della Corsica Simeoni».

Sullo stesso argomento, il governatore della Sardegna è intervenuto nell'aula della Delegazione italiana del Comitato delle Regioni. Illustrando la situazione che si è creata in questi mesi sul fronte dei voli low cost, in particolare per l’aeroporto di Alghero, Francesco Pigliaru ha spiegato come l’incertezza delle norme europee e la nuova tassa governativa «non saggia se applicata agli aeroporti di un’isola, che non si può lasciare ne raggiungere in altro modo», siano state occasione per alcuni operatori per fare pressioni enormi. Il presidente Pigliaru, dopo aver sottolineato l’importanza di condividere informazioni e iniziative a tutti i livelli delle istituzioni europee, ha infine ringraziato la rappresentanza istituzionale italiana a Bruxelles, «che nel seguire la delicata vicenda all’esame della Commissione europea ha dato alla Sardegna un grande aiuto – ha detto - soprattutto dal punto di vista tecnico».

Tra gli argomenti trattati nel corso della Plenaria, che è stata aperta dall'intervento del presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk, la preoccupazione dei territori per la minaccia di sospensione dello spazio Schengen, inteso come una conquista irrinunciabile, con ciò che ne consegue in termini di libertà di circolazione per i cittadini dell'Unione Europea. In Plenaria si è poi discusso di politiche giovanili, con il parere sull’attuazione di un quadro rinnovato di cooperazione europea in materia di gioventù, portato in aula con gli emendamenti a firma del presidente Pigliaru volti a facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. La proposta è quella di individuare procedure che possano garantire che i giovani dispongano, in tutta l'Unione Europea, di qualifiche e competenze minime garantite e che si tengano in debito conto le competenze acquisite nei percorsi di educazione non formale e di volontariato, in modo da renderle fruibili anche nell’inserimento lavorativo.

Nella foto (della Regione Sardegna): Francina Armengol e Francesco Pigliaru
30/5/2016
Conclusa la requisitoria a Cagliari, nell´ambito della prima tranche dell´inchiesta sull´utilizzo dei fondi ai gruppi politici della massima assise regionale dal 2004 al 2009. Gli imputati sono accusati di peculato
30/5/2016
«L´Europa tenga conto delle reali esigenze dei territori», dichiara il presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, presente a Forum per l´Agenda Urbana in Olanda
© 2000-2016 Mediatica sas