Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaSpettacoloCinema › Il cinema Made in Sardegna sbarca a Berlino
A.B. 13 febbraio 2016
La Fondazione Sardegna Film Commission ed il cinema Made in Sardegna approdano al Film Market Europeo del Festival di Berlino
Il cinema Made in Sardegna sbarca a Berlino


CAGLIARI - Anche per questa edizione della Berlinale, la Fondazione Sardegna Film Commission attiva vari appuntamenti per la promozione del cinema “Made in Sardegna”, nella prestigiosa cornice dell'Italian Pavilion, insieme all' Istituto Luce Cinecittà e ad alle altre Film Commission italiane membre dell'Ifc (l'associazione nazionale delle film commission). La Sardegna propone ai co-produttori europei i nuovi progetti di importanti autori, quali, tra gli altri, Gianfranco Cabiddu, Peter Marcias, Bonifacio Angius, Salvatore Mereu, Paolo Zucca e molti giovani registi e produttori emergenti dell'Isola. Oggi (sabato) e domani, Cabiddu ed Enrico Pau ai nastri di partenza per le vendite internazionali, con le proiezioni di “La stoffa dei Sogni”, insieme ad Amadeus Entertainment di “Accabadora” con Rai.Com, mentre i produttori di Marcias, Mereu, Zucca ed Angius incontreranno possibili co-produttori europei per i nuovi progetti in sviluppo.

La Sardegna è protagonista della Berlinale promuovendo l'indiscussa qualità della vita dell'Isola con due eventi dedicati: lo chef stellato Roberto Petza è stato scelto dalla Berlinale all'interno delle attività della sezione “Culinary Cinema”, nel progetto dei Food Truck sostenibili promuovendo un'inedita fusion di sapori della tradizione sarda con la cucina mediterranea proposta dai rifugiati siriani coinvolti nel progetto di integrazione. Di sostenibilità attraverso le best practice europee la Sardegna parlerà oggi, nel primo panel della serie internazionale “Sustainability in Vision” per raccontare la straordinaria esperienza del progetto “Heroes 20.20.20.” e la declinazione in Sardegna dei protocolli green. Come prima regione italiana pioniera dei protocolli produttivi per rendere sostenibili le produzioni audiovisive, sviluppate insieme all'Italian Film Commissions ed al Cine-Regio, il network europeo dei fondi regionali per l’audiovisivo, la Sardegna propone nuove strategie di formazione dei professionisti dell'audiovisivo, con specifiche azioni di promozione e scambio di esperienze e progetti tra produttori europei, Film Fund e Film Commissions Internazionali, talents e professionisti.

La giornata di oggi è focalizzata anche sul report dell'Ewa (l'a associazione europea delle donne professioniste della filiera audiovisiva), che restituirà i risultati di un attento monitoraggio sulle pari opportunità della filiera europea. Da Berlino, quindi, con le protagoniste del network europeo si svilupperà il terzo appuntamento di Women In Film Sardegna con una delegazione collegata da Cagliari. Domani, invece, sarà la volta della presentazione della prossima edizione del Maia (il prestigioso corso di formazione per produttori europei emergenti finanziato dal progamma Media Creative Europe) di cui la Sardegna è partner strategico, grazie all'ottima esperienza dello scorso anno realizzata tra Cagliari e Chia, con un’intera settimana di incontri e workshop, culminata con un Pitch&Match, durante il quale i professionisti isolani hanno avuto l’occasione di raccontare i propri progetti ai produttori internazionali presenti nella formula degli incontri individuali dello Speed Date.

(Foto della Fondazione Sardegna Film Commission)
9:23
Prende il via l’undicesima edizione del Sardinia Film Festival, il premio internazionale per cortometraggi organizzato dal Cineclub Sassari. L’appuntamento è alle 21 nello spazio esterno del Quadrilatero
© 2000-2016 Mediatica sas