Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloConcerti › Ad Alghero, lo Spazio Brahms 2016
A.B. 13 febbraio 2016
I colori dell’armonia negli ultimi responsori di don Pietro Allori secondo il compositore Stefano Garau del Conservatorio di Sassari
Ad Alghero, lo Spazio Brahms 2016


ALGHERO - Durante la seconda accademia di Spazio Brahms 2016, sabato 20 febbraio, alle ore 20.30, nella Cattedrale di Alghero, due dei più noti responsori di don Pietro Allori, “Christus factus est Ap 490” e “O vos omnes Ap 405”, entrambi a quattro voci miste a cappella, saranno proposti dal Coro Spazio Brahms, ma con l’apporto di un ensemble d’archi. Già abbiamo avuto modo di sottolineare l’importanza di questi interventi strumentali sulle opere di don Allori.

A partire dalla quarta edizione di Spazio Brahms (2014), alcuni suoi brani sono stati ripensati armonicamente dal compositore Stefano Garau, docente al Conservatorio Luigi Canepa di Sassari. Ciò in ossequio all’assiduo studio analitico effettuato da don Allori sul clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach sotto la guida di Rodolfo Cicionesi del Conservatorio di Firenze. Molti dei mottetti a cappella di don Allori, soprattutto quelli composti nell’ultimo periodo della sua vita (tra il 1981 ed il 1984), presentano tracce di sonorità strumentali. Da qui l’idea arricchire alcuni brani vocali di quegli anni.

Tramite raffinate “colorature”, Garau riesce a conferire maggiore tensione e lucentezza alle singole melodie ed all’amalgama polifonico creato dal sacerdote iglesiente, allo scopo di esprimere un “affetto” umano e devoto al tempo stesso. Le armonie polifoniche, nella loro realtà sonora, diventano più “udibili” all’orecchio interiore, e più dilettevoli per l’anima. Affetto e diletto sono, nella musica sacra, tanto maggiori quanto più le colorature o, se si vuole, questi sapienti esercizi praticati su composizioni già note o popolari, sono in grado di suscitare nell’ascoltatore il senso di una spiritualità personale più devota, soprattutto se vissuta comunitariamente nei riti liturgici, così come già accadeva nel Barocco. Una variazione non del tema o soggetto musicale, ma del suono reale “udibile”.

L’intervento artistico del maestro Garau sull’opera di don Allori costituisce una bella presenza musicale regionale nell’ambito dello Spazio Brahms, e sottolinea anche quell’orientamento artistico-spirituale verso il canto inteso, in linea con quanto lo stesso don Allori auspicava, come vera e spontanea preghiera musicale. Sabato, dunque, gli spettatori ascolteranno le elaborazioni strumentali di Stefano Garau, nell’interpretazione del Coro Spazio Brahms 2016 e degli strumentisti Agnieszka Marucha, Alessio Manca, Francesca Fadda (violini), Gioele Lumbau (viola), Francesco Abis (violoncello) e Francesco Sergi (contrabbasso).
21:11
Al via domani a Nuoro la masterclass del sassofonista statunitense. E per il cartellone dei concerti, appuntamento al Museo Man con la cantante Francesca Corrias ed il contrabbassista Salvatore Maltana, e ad Orosei, con il Melodrum Ensemble con Emanuele Cisi
23/8/2016
Dal 27 al 29 agosto l´artista originario di Carpi sarà impegnato a Mogoro, Villanova Monteleone e Cagliari affiancato dalla sua solida band composta
17:33
Prosegue la manifestazione musicale di Poggio dei Pini. Domani, la quinta giornata sarà all´insegna del blues
23/8/2016
Domenica 28 agosto Mauro Uselli ritorna al suo teatro d´origine, il colle Balaguer nella sua Alghero. Il musicista si esibirà alle 9 del mattino
24/8/2016
In vista del concerto degli Afterhours in programma il 3 settembre 2016 presso il parco archeologico di Turris Libissonis a Porto Torres, per i fan cagliaritani della band di Manuel Agnelli e soci è stato organizzato n servizio di bus navetta Cagliari - Porto Torres e ritorno
24/8/2016
Da oggi a giovedì 1 settembre, Cagliari diventa capitale della musica colta. Oltre duecento giovani virtuosi da tutto il mondo hanno scelto la città per i corsi di alto perfezionamento musicale. Martedì 30 e mercoledì 31 agosto, le stelle mondiali della classica si esibiranno nel Teatro Lirico. Concerti anche al T Hotel e negli spazi del Conservatorio Giovanni Pierluigi da Palestrina
23/8/2016
Si esibiscono insieme allievi e docenti, per un totale di circa 80 elementi, per una serie di piccoli ensemble da camera di fiati: 23 agosto Ensemble di Tromboni, 24 agosto Ensemble di Clarinetti, 25 agosto Ensemble di Corni
25/8/2016
In serata il grande jazz internazionale con il quartetto del pianista Antonio Faraò con il sassofonista Chico Freeman. In programma anche la musica popolare della Sardegna rappresentata dal Coro a Cuncordu di Cheremule
23/8/2016
Domenica 28 agosto alle ore 21, lo Spazio all’aperto del Museo Diocesano Arborense ospiterà il concerto del Modular Duo di percussioni composto da Francesco Ciminiello e Roberto Migoni
© 2000-2016 Mediatica sas