Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniPescaPer la vicenda dei pescatori tanto rumore per nulla
Giovanna Sanna 17 febbraio 2016
L'opinione di Giovanna Sanna
Per la vicenda dei pescatori tanto rumore per nulla


Come annunciato ieri (lunedì ndr) dal ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina a Bruxelles, a margine del Consiglio agricoltura si sta lavorando per chiarire in modo netto che dal punto di vista dei diritti di pesca con l’accordo di Caen non cambierà nulla per l’Italia. A questo episodio è seguito quello del sequestro di un’imbarcazione ligure.

Le autorità francesi si sono affrettate a scusarsi. Al centro della polemica l’applicazione dell’accordo di Caen. L'accordo nasce dalla necessità di accertare la delimitazione dei confini marittimi italo-francesi e va a colmare un vuoto giuridico, determinato dall’incidenza delle norme della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare.

Firmato il 21 marzo del 2015 dai ministri degli esteri Gentiloni per l’Italia e Fabius per la Francia, è l’esito di un lungo negoziato avviato nel 2006 e terminato nel 2012. L’accordo è stato ratificato dal governo francese, mentre in Italia risulta fra quelli sottoposti alla ratifica parlamentare e non ancora entrati in vigore.

Comprensibili le preoccupazioni dei pescatori sardi e dell’opinione pubblica, a causa dell’inutile clamore che è stato sollevato ma non hanno ragion d’essere. Nessuna vendita e nessun furto di mare. Non è quella degli allarmismi ingiustificati la politica di cui abbiamo bisogno, cittadine e cittadini hanno diritto di sapere come stanno le cose, senza inopportune strumentalizzazioni.

*parlamentare Pd
24/6/2017
Acquacoltura e pesca sostenibile nel nord Sardegna, è il Piano di azione del Flag, che arriva ad Olbia per tenervi la propria Assemblea: cinquantasei partner in un territorio che va da Bosa a San Teodoro, 931chilometri di linea costiera, caratterizzato dalla presenza di importanti marinerie ed attività di acquacoltura, solide tradizioni locali, che possono trovare occasioni di cooperazione e sviluppo comune nella fase attuativa del Piano di azione
© 2000-2017 Mediatica sas