Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Rivoluzione Dem a Sant´Anna, secondo passo
S.A. 17 febbraio 2016
Gestire un percorso condiviso fino ad un accordo finale su assetti di giunta e programma è ciò che è emerso dalla riunione di martedì sera ad Alghero tra delegazioni Pd e maggioranza. In vista un nuovo incontro nei prossimi giorni
Rivoluzione Dem a Sant´Anna, secondo passo


ALGHERO - Un nuovo passo in avanti nell'ancora altalenante rapporto tra il Partito democratico e la maggioranza algherese guidata dal sindaco Mario Bruno è stato compiuto martedì in via Mazzini, in occasione del secondo incontro ufficiale tra le delegazioni, dopo quello dello scorso gennaio [LEGGI]. Per i democratici erano presenti il segretario Mario Salis, oltre a Peis, Selva, Cardi, Santoro e Balzani (assenti i due consiglieri comunali Pirisi e Daga). Della maggioranza Bruno, Cherchi (Upc), Sartore (Per Alghero), Moro (Sinistra Civica) e Fadda (Democratici per Alghero).

Sul tavolo delle trattative il percorso di riavvicinamento tra le parti in vista di un possibile ingresso dei Democratici nella coalizione, in un'ottica di rafforzamento delle linee programmatiche amministrative con la possibilità d'incidere con maggior forza sull'importante lavoro programmatorio impostato negli ultimi mesi a Sant'Anna. Anche nell'incontro di ieri il sindaco e i delegati della maggioranza si sono dimostrati ampiamente disponibili a ridiscutere gli assetti complessivi di governo della città, posizione da sempre alla base delle condizioni espresse dalla segreteria Dem, ma senza improbabili azzeramenti preventivi e tanto più al buio.

Un'apertura estesa all'Udc (uscito dalla Maggioranza nei mesi scorsi ndr), ma senza mediazioni dei democratici hanno puntualizzato Sartore e compagni. Gestire un percorso condiviso fino ad un accordo finale è il lavoro comune che nel breve periodo dovrebbe portare alla rivisitazione degli attuali assetti di giunta e incarichi nelle partecipate: questo, in sostanza, sarebbe il convincimento delle delegazioni. Ora il segretario Dem Mario Salis riferirà agli organi direttivi Pd, in attesa del prossimo vertice che potrà delineare meglio la nuova strada della vita amministrativa in città.
11:15
L´ex sindaco Carlo Sechi parla di «fallimento della missione» per la Fondazione (e la Secal) e ne chiede pubblicamente la «liquidazione». Il gruppo consigliare di Forza Italia (che Meta e Secal le hanno create con Tedde sindaco) difendono le scelte del passato e attaccano
16:27
Al netto della fuffa mediatica, Pigliaru si comporta come un commissario liquidatore del Nord Sardegna, in nome e per conto del Governo, trattando metà dell’isola come se fosse una sorta di bad company da sacrificare a beneficio di altri territori
23/5/2016
L´ex sindaco, leader del movimento di sinistra Sardenya I Llibertat chiede al Primo cittadino lo scioglimento della Fondazione che si occupa della gestione degli eventi turistici e culturali ad Alghero. Parole durissime sui conti, l´amministrazione e i risultati
10:47
I sindaci della Rete metropolitana, che ben si sono guardati a febbraio dall’erigere barricate contro la presa in giro della Rete per consiglieri riottosi, litigano per percentuali di gestione del nulla e si comportano come quella guardia giurata della famosa barzelletta che faceva la guardia al “cassonetto della spazzatura”
23/5/2016
«Al di la delle dichiarazioni trionfalistiche circa l’approvazione del Bilancio di previsione 2016, la realtà dei fatti evidenzia tutta un’altra storia che racconta del pressapochismo e della inadeguatezza di questa Amministrazione comunale, che non manca occasione per darne ampia prova», attacca il consigliere forzista
23/5/2016
Sabato 28 maggio, dalle ore 11 alle ore 18.40, e domenica 29, dalle ore 10.30 alle ore 18.50, sarà possibile conoscere gli interni di quella che fu una delle prime grandi fabbriche della Sardegna
23/5/2016
Nel corso della giornata, il Presidente e gli assessori saranno impegnati in una serie di incontri con i rappresentanti istituzionali e di categoria nel territorio. Firma dell´Iti
© 2000-2016 Mediatica sas