Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Rivoluzione Dem a Sant´Anna, secondo passo
S.A. 17 febbraio 2016
Gestire un percorso condiviso fino ad un accordo finale su assetti di giunta e programma è ciò che è emerso dalla riunione di martedì sera ad Alghero tra delegazioni Pd e maggioranza. In vista un nuovo incontro nei prossimi giorni
Rivoluzione Dem a Sant´Anna, secondo passo


ALGHERO - Un nuovo passo in avanti nell'ancora altalenante rapporto tra il Partito democratico e la maggioranza algherese guidata dal sindaco Mario Bruno è stato compiuto martedì in via Mazzini, in occasione del secondo incontro ufficiale tra le delegazioni, dopo quello dello scorso gennaio [LEGGI]. Per i democratici erano presenti il segretario Mario Salis, oltre a Peis, Selva, Cardi, Santoro e Balzani (assenti i due consiglieri comunali Pirisi e Daga). Della maggioranza Bruno, Cherchi (Upc), Sartore (Per Alghero), Moro (Sinistra Civica) e Fadda (Democratici per Alghero).

Sul tavolo delle trattative il percorso di riavvicinamento tra le parti in vista di un possibile ingresso dei Democratici nella coalizione, in un'ottica di rafforzamento delle linee programmatiche amministrative con la possibilità d'incidere con maggior forza sull'importante lavoro programmatorio impostato negli ultimi mesi a Sant'Anna. Anche nell'incontro di ieri il sindaco e i delegati della maggioranza si sono dimostrati ampiamente disponibili a ridiscutere gli assetti complessivi di governo della città, posizione da sempre alla base delle condizioni espresse dalla segreteria Dem, ma senza improbabili azzeramenti preventivi e tanto più al buio.

Un'apertura estesa all'Udc (uscito dalla Maggioranza nei mesi scorsi ndr), ma senza mediazioni dei democratici hanno puntualizzato Sartore e compagni. Gestire un percorso condiviso fino ad un accordo finale è il lavoro comune che nel breve periodo dovrebbe portare alla rivisitazione degli attuali assetti di giunta e incarichi nelle partecipate: questo, in sostanza, sarebbe il convincimento delle delegazioni. Ora il segretario Dem Mario Salis riferirà agli organi direttivi Pd, in attesa del prossimo vertice che potrà delineare meglio la nuova strada della vita amministrativa in città.
30/11/2016
E´ cortocircuito in Sinistra Civica, Alghero in Comune: il consigliere comunale Giampietro Moro smentisce di aver partecipato al direttivo che ha firmato il documento odierno contro l´Udc
30/11/2016
Nominati quattro nuovi rappresentanti territoriali: tre sono donne. È forte l’azione politica del partito per sensibilizzare i cittadini a votare No al referendum costituzionale di domenica 4 dicembre
30/11/2016
All’annuncio del risultato, 453 i voti favorevoli, un gruppo di vecchi garibaldini dalle balconate del pubblico intonò l’inno nazionale costringendo l’intera assemblea costituente a levarsi dagli scranni facendo seguire applausi scroscianti ai versi di Fratelli d’Italia. Eppure quella stessa Costituzione, fin dal giorno in cui era stata votata, fu subito contestata. E duramente criticata non solo dalla destra monarchica e fascista che era rimasta fuori dal patto costituzionale, ma anche dagli stessi protagonisti che ne avevano determinato sia lo spirito che la forma. Il 4 dicembre, con il referendum confermativo si giocherà l’ultima partita di questa lunga storia.
© 2000-2016 Mediatica sas