Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › Aeroporto di Alghero: interrogazione in Parlamento
A.B. 18 febbraio 2016
Il vicecapogruppo vicario alla Camera del Gruppo Noi Con Salvini-Lega delle Autonomie Nicola Molteni chiede una risposta in Commissione sulla situazione dello scalo Riviera del Corallo. Tra i punti principali, la richiesta al ministro dei Trasposti del sostegno del trasporto aereo low cost, il potenziamento della continuità territoriale e la sospensione della procedura di privatizzazione della Sogeaal. Inoltre, viene ribadita la strategicità dell´aeroporto algherese nel quadro dei trasporti nazionali, chiedendone il potenziamento
Aeroporto di Alghero: interrogazione in Parlamento


ALGHERO – L'aeroporto di Alghero arriva sui banchi del Parlamento. Infatti, dopo l'intervento sull'argomento, proposto proprio in città da Matteo Salvini [LEGGI], il vicecapogruppo vicario alla Camera del Gruppo Noi Con Salvini-Lega delle Autonomie Nicola Molteni ha presentato un'interrogazione, chiedendo una risposta in Commissione sulla situazione dello scalo Riviera del Corallo. L'intervento del deputato parte dal disimpegno di Ryanair sullo scalo Riviera del Corallo e, considerando che, oltre ad un taglio dei posti di lavoro, «la cancellazione delle rotte nazionali e internazionali da parte della compagnia irlandese rappresenterebbe un grave colpo per l'economia di Alghero e della Sardegna in termini economici, turistici e d’immagine, che già vive uno svantaggio per la sua caratteristica insulare, il Governo ha il dovere di mettere in atto azioni volte a garantire ed agevolare la continuità territoriale con la Sardegna, ma in questa circostanza ha invece ostacolato la trattativa in corso per stabilizzare o addirittura rafforzare la presenza della Ryanair ad Alghero».

Molteni sottolinea come, nonostante lo schema di decreto del Presidente della Repubblica (recentemente esaminato dalla commissioni parlamentari) inserisca Alghero fra gli aeroporti di interesse nazionale, «le iniziative governative si presume abbiano lavorato nel senso contrario, confermando l'assenza di un piano programmatico di intervento nel settore aeroportuale. Esclusivamente con riguardo al caso in questione – insiste - consideriamo errato ed inopportuno il processo di privatizzazione della società di gestione aeroportuale, stante l’assenza di un piano regionale di trasporto». Per il vicecapogruppo vicario alla Camera del Gruppo Noi Con Salvini, «il sistema della mobilità fondato sulle compagnie aeree low cost e, in particolare, il cosiddetto “modello Alghero” ha costituito un chiaro esempio di sviluppo sociale, economico e culturale per l’intera Sardegna e ciò, in termini di bene immateriale, rappresenta patrimonio imprescindibile per la programmazione strategica del futuro della Sardegna».

Molteni sottolinea come questo modello si sia da sempre scontrato con «la farraginosità del funzionamento delle procedura di erogazione dei contributi co-marketing vitali per il sostentamento di tale sistema, ma che incontra il generale sfavore dell’Unione Europea, condizionata, probabilmente, da lobby di potere legate ad una vecchia concezione del trasporto aereo. A cascata, ciò ha condizionato l’azione della Regione sempre mai chiaramente risoluta ad affrontare con piglio deciso tale situazione e, di fatto, assumendo, nel tempo, posizioni e atti normativi che hanno reso sempre precario il rapporto con le compagnie low cost”. “Ancora una volta da parte della Regione Sardegna, si assiste all’ennesimo atteggiamento schizofrenico nei confronti delle low cost, e le ultime azioni della Giunta Regionale e dell’assessore ai Trasporti, professor Deiana, di fatto evidenziano un disimpegno della Ras nei confronti del sistema Low Cost, giustificato da una asserita imposizione dell’Ue (inesistente)», sottolinea l'onorevole leghista.

Sottolineando i gravi disagi economici e di collegamenti per il territorio, l'onorevole Molteni chiede che il Governo intervenga immediatamente nei confronti della Regione affinché annulli o sospenda l’avviata procedura di privatizzazione della Sogeaal. Inoltre, chiede «se non intenda convocare urgentemente un tavolo istituzionale presso il Ministero fra la Regione, le amministrazioni locali, la società di gestione dell'aeroporto e la compagnia irlandese, nonché le rappresentanze dei lavoratori, che chiarisca e definisca il futuro dell’aeroporto di Alghero e di tutte le parti interessate; quale sia il piano programmatico di intervento nel settore aeroportuale teso a valorizzare gli aeroporti di interesse nazionale inseriti nello schema di decreto del Presidente della Repubblica, fra cui appunto l'aeroporto di Alghero; quali azioni intenda mettere in atto al fine di limitare i danni dell'impatto economico e occupazionale che il cattivo esito della trattativa con Ryanair e della inopportuna privatizzazione della società di gestione aeroportuale potrebbe comportare per l'area territoriale di interesse».

Nella foto: l'onorevole Nicola Molteni
23/9/2016
Lo ha dichiarato il sindaco di Alghero Mario Bruno che tira in ballo il nuovo Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica e che sprona ancora Deiana e Pigliaru affinché chiudano immediatamente il contratto con Ryanair
22/9/2016
«Aeroporto di Alghero: la trattativa con Ryanair continua». La deputata del Partito democratico conferma il clima positivo tra la compagnia low cost irlandese e la società di gestione
22/9/2016
Ventidue lavoratori dell´impresa di manutenzioni che opera nell´aeroporto di Alghero sono stati licenziati. Sindaco: «non fa prefigurare niente di buono per il futuro». Pili: «valuteremo le azioni da mettere in campo per contrastare questo disastro»»
31/8/2016
Inizia in questi minuti un vertice che vedrà il presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru accogliere a Cagliari i sindaci di Alghero, Sassari, Nuoro, Bosa e Modolo in rappresentanza di oltre cento amministrazioni comunali. Sul tavolo, il futuro della società che gestisce il Riviera del Corallo
© 2000-2016 Mediatica sas