Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Riformatori: «Piras non si salva dal ridicolo»
S.A. 22 febbraio 2016
Così inizia la replica dei Riformatori all´esponente del Nuovo Centro Destra Emiliano Piras. L´oggetto del botta e risposta è la recente discussione in Consiglio comunale ad Alghero sui gettoni di presenza dei consiglieri comunali
Riformatori: «Piras non si salva dal ridicolo»


ALGHERO - «L’ultimo intervento del consigliere Emiliano Piras, al di là del suo spessore (?) politico, ci offre l'occasione di precisare che il Partito dei Riformatori, da lui definito “pseudo-partito”, è nato nel 1996; è fortemente radicato in Sardegna; in Alghero dispone di una propria sede politica; è strutturato come da statuto; ha una lunga lista di iscritti e simpatizzanti; ha un coordinamento e un coordinatore, ma, soprattutto esprime una forte e vigile, praticamente quotidiana presenza su tutte le maggiori problematiche amministrative e socio-economiche che riguardano la nostra città, così come i nostri concittadini, al contrario del Consigliere Piras, ben sanno».

Così prosegue il botta e risposta tra i Riformatori [LEGGI] e il consigliere comunale del Nuovo Centro Destra Emiliano Piras [LEGGI], . «Un partito che nel tempo ha anche assunto ruoli ed incarichi politici di grande responsabilità, come del resto ne ha usufruito a piene mani nell'intero ultimo trentennio la stretta parentela del consiglere Piras che a noi li rimprovera e non guarda poi in casa sua. Ma anche un Partito, quello dei Riformatori, per quanto concerne la riduzione dei costi della politica, che è stato sostenitore di quel referendum del 6 maggio 2012 in cui 525mila sardi si espressero a favore del taglio dei compensi dei consiglieri regionali, che oggi, per l’appunto, percepiscono il 40% in meno rispetto al passato; la riduzione dei Consiglieri regionali da 80 a 60; la riduzione dei vitalizi; l'azzeramento dei Consigli di amministrazione di tutti gli enti strumentali e questo senza guardare in faccia a nessuno, né uomini né partiti. Chissà se il NCD, il partito rappresentato dal consigliere Piras, può vantare altrettanta struttura, uomini e presenza o se non si tratta, invece, semplicemente di un simbolo che gli è servito per rappresentare se stesso in consiglio comunale» si legge nella nota firmata dal coordinamento.

I Riformatori attaccano la posizione del consigliere Ncd in Aula in merito al taglio dei gettori discusso nell'ultima seduta in via Columbano [LEGGI] [GUARDA]: «il consigliere Piras lo scorso novembre 2014, in seguito all’iniziativa taglia-gettone, faceva sapere di aver preparato un emendamento che addirittura avrebbe previsto l’annullamento di tutti i compensi. In aula, nell’ultimo consiglio comunale del 18 febbraio ultimo scorso ha votato in manuera diametralmente opposta. È noto a tutti, infatti, con quale forza e tenacia Emiliano Piras ha affermato la volontà di mantenere inalterato l’importo del gettone votando contro la proposta di ridurlo, allineandolo alla media nazionale, non di abolirlo. Infine ci piace concludere con un pensiero personalissimo per il consigliere Emiliano Piras: giustificare la propria incoerenza e la propria inconsistenza politica rinfacciando la presunta incoerenza e inconsistenza politica di chi a ragione ti fa notare le tue, non ti assolve, non ti redime, e, soprattutto, non ti salva dal ridicolo!»
14:01
Partirei col sostenere che da circa due anni a questa parte l’Amministrazione comunale ha programmato il calendario degli eventi, sia estivi che invernali, sempre per tempo (cosa mai avvenuta nelle amministrazioni passate), di modo da poter consentire a tutti di sapere in anticipo quale fosse il calendario
23/8/2016
Quella del 2016 non verrà ricordata solamente come l´estate peggiore per il servizio di igiene urbana, per l´incuria ambientale e la procurata fuga di Ryanair, ma anche come quella della più inconsistente programmazione turistico-culturale di sempre
23/8/2016
iRS lancia un appello alla società sarda e alle istituzioni chiedendo di partecipare alla manifestazione e di sostenere attivamente la campagna internazionale per l´Amnistia in merito ai fatti politici in Corsica
22/8/2016
Intitolando a Francesco Cossiga una strada al centro di Sassari il sindaco Nicola Sanna ha dato simbolicamente il via alla storicizzazione della sua figura politica, proprio mentre sta per essere pubblicato il diario quotidiano del settennato e un vasto carteggio con Giulio Andreotti. Pubblichiamo la versione integrale del discorso tenuto da Pasquale Chessa, curatore scientifico dell’archivio Cossiga. Archivio che gli specialisti della Camera dei deputati hanno appena finito di ordinare
© 2000-2016 Mediatica sas