Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Alessandro Loi (Udc) rinuncia al gettone
S.A. 23 febbraio 2016
Nella bagarre politica che ha travolto Riformatori e Nuovo Centro Destra arriva la prima rinuncia ufficiale al gettone di presenza spettante ad Alghero ai consiglieri che partecipano alle sedute di consiglio e commissione. E' quella del capogruppo Udc
Alessandro Loi (Udc) rinuncia al gettone


ALGHERO - All'indomani del Consiglio comunale che a maggioranza trasversale ha bocciato la delibera proposta dal Movimento 5 Stelle di Alghero di ridurre l'entità del gettone di presenza spettante ai consiglieri che partecipavano alle sedute di consiglio e commissione [LEGGI] ed alla conseguente bufera politica scoppiata ad Alghero, arriva la prima rinuncia ufficiale.

E' quella del capogruppo dell'Udc, Alessandro Loi, che nei giorni scorsi ha protocollato a Sant'Anna la nota con la quale rinuncia formalmente a qualunque tipo di retribuzione. Proprio l'Udc era stato tirato in ballo nella dura replica che il consigliere comunale Emiliano Piras [LEGGI] aveva indirizzato ai Riformatori Sardi [LEGGI], per la «scioccante astensione» in sede di votazione.

Bacchettate indirizzate anche al Partito democratico (assente in aula e zitto sull'argomento), al consigliere Pais per «l'assenza ipocrita e scorretta» e alla Maggioranza a cui il consigliere dell'Ncd chiedeva una una presa di ferma posizione nei confronti dei Riformatori Sardi, abituati «a pontificare dall'esterno predicando bene e razzolando male». La stessa scelta compiuta da Loi è stata già annunciata in aula dal consigliere del Movimento 5 Stelle Graziano Porcu, chiedendo che la sua rinuncia al gettone fosse inserita nei verbali della seduta [GUARDA].

Nella foto: Alessandro Loi (Udc)
19/8/2017
La segreteria dei Riformatori Sardi di Alghero lancia una vera e propria sfida alla «minoranza diventata maggioranza». Dimissioni dal notaio o bocciatura del Rendiconto di gestione 2016
18/8/2017
E´ in evidente difficoltà e conscio del fatto che dovrebbe abbandonare lo scranno, mette in atto tutti gli artifizi che da politico navigato conosce benissimo, rimandando il tutto all´ultima data utile sperando in qualche folgorazione sulla Via Columbano pur di non dare le tanto odiate dimissioni
© 2000-2017 Mediatica sas