Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaEconomiaAgricoltura › Politica agricola comune, lunedì pagamenti Agea
Red 24 febbraio 2016
Il decreto, che andrà in pagamento il prossimo lunedì, interessa 3.247 produttori sardi per una cifra complessiva di 4.351.687,29 euro
Politica agricola comune, lunedì pagamenti Agea


CAGLIARI - È stato firmato oggi a Roma dall’Organismo pagatore nazionale in agricoltura (Agea) il decreto che autorizza una nuova tranche di pagamenti diretti della PAC (Politica Agricola Comune) per la Domanda unica 2015. «Lo attendevamo da giorni, soprattutto perché sblocca un ingente numero di pratiche degli agricoltori sardi che erano rimaste escluse dal decreto dell’8 febbraio», commenta l’assessore dell’Agricoltura Elisabetta Falchi.

Infatti il decreto, che andrà in pagamento il prossimo lunedì, interessa 3.247 produttori sardi per una cifra complessiva di 4.351.687,29 euro.

Rimangono ancora in sospeso i premi per le misure avviate dell’Asse 2 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, già licenziate e inviate a Roma diversi mesi fa dagli uffici dell’Agenzia regionale Argea. «Siamo ottimisti, dovrebbe essere questione di pochi giorni ormai – dice Falchi – Agea ci ha garantito che i lavori di caricamento delle pratiche Psr già approvate in Sardegna negli scorsi mesi si è ormai concluso e i pagamenti ripartiranno entro la fine del mese».
25/6/2016
Nei mercati gialli, via alla Festa della frutta: produttori ed esperti sono a disposizione dei consumatori per dare i consigli e le informazioni del caso
25/6/2016
Centinaia di pagamenti legati al bando sui riproduttori bovini sono ancora congelati nelle casse dell’Argea dall’estate del 2013 e su tutto il territorio gallurese cresce il malcontento tra gli allevatori
25/6/2016
«Grazie alla Legge forestale abbiamo adesso uno strumento per valorizzare la produzione», dichiara l´assessore regionale Donatella Spano
24/6/2016
Il volume di acqua presente all’interno della Diga del Liscia risulta pari a poco meno di 50milioni di metri cubi. «Rispettare le turnazioni», chiede il Consorzio di Bonifica della Gallura
© 2000-2016 Mediatica sas