Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › «Diritti d'imbarco, subito la deroga»
Red 25 febbraio 2016
Il ministro Graziano Delrio si dimentica della Sardegna e di Alghero in particolare e bacchetta Ryanair. Nel frattempo lo Stato non riconosce agli enti locali nemmeno quanto dovuto dalla tassa d´imbarco
«Diritti d'imbarco, subito la deroga»


ALGHERO - Il ministro Graziano Delrio si dimentica della Sardegna e di Alghero in particolare nonostante le numerose e autorevoli richieste pervenutegli nelle scorse settimane, tanto dagli esponenti politici quanto dagli amministratori regionali e locali [LEGGI]. Così in occasione della risposta all'interrogazione in occasione del question time glissa su caso-Sardegna e non parla della possibilità di congelare l'aumento dell'addizionale comunale sui diritti d'imbarco per i biglietti staccati nell'Isola.

La prima dichiarazione stizzita arriva dall'ex Governatore sardo di Forza Italia, Ugo Cappellacci: «Non si può ignorare che la Sardegna sia un’isola e che l’aereo, come la nave, rappresenta una scelta obbligata per turisti e residenti. Introdurre nuove tasse e aumentare il costo finale del biglietto è un’azione discriminatoria nei confronti dei cittadini e un colpo basso alla nostra economia, in particolare al settore turistico. Non solo Ryanair – prosegue Cappellacci- ma qualsiasi progetto, con qualsiasi compagnia parte da 2,5 euro in più a passeggero, per un biglietto in cui le tasse rappresentano già il 40% del prezzo finale».

«Ci sono ragioni oggettive – sottolinea Ugo Cappellacci- per introdurre una deroga a favore dei passeggeri che volano da e per la Sardegna. Ignorarle è una scelta politica sbagliata di cui il Governo si assume tutte le sue responsabilità». Per Alghero ed Elmas in realtà si tratta di un doppia fregatura: da una parte la Ryanair che taglia i voli (14 solo sul Riviera del Corallo, oltre alla chiusura della base dal 1 novembre), dall'altra lo Stato che non riconosce agli enti locali quanto dovuto per legge. Motivo per cui il sindaco Mario Bruno e il collega di Elmas, Valter Piscedda, hanno aderito alla class action per vedere riconosciuti i propri diritti [LEGGI].
17/1/2017
Il mancato accordo con Ryanair al Riviera del corallo ha ripercussioni non solo nel numero ma anche nei prezzi dei voli. Da Pasqua in poi il collegamento" storico" tra Alghero e Londra ha costi molto più alti rispetto all'aeroporto di Cagliari
22:00
339.591 i transiti persi dal Riviera del corallo dal gennaio 2016. 30mila passeggeri persi anche a dicembre, con quelli internazionali che calano del 90,4%. Cagliari si ferma al -0,7% su base annua (3.695.045) e Olbia fa il boom: +13,7% l´incremento rispetto al 2015 con le performance migliori dal mese di aprile (in coincidenza con il trend negativo di Alghero)
© 2000-2017 Mediatica sas