Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › «Diritti d'imbarco, subito la deroga»
Red 25 febbraio 2016
Il ministro Graziano Delrio si dimentica della Sardegna e di Alghero in particolare e bacchetta Ryanair. Nel frattempo lo Stato non riconosce agli enti locali nemmeno quanto dovuto dalla tassa d´imbarco
«Diritti d'imbarco, subito la deroga»


ALGHERO - Il ministro Graziano Delrio si dimentica della Sardegna e di Alghero in particolare nonostante le numerose e autorevoli richieste pervenutegli nelle scorse settimane, tanto dagli esponenti politici quanto dagli amministratori regionali e locali [LEGGI]. Così in occasione della risposta all'interrogazione in occasione del question time glissa su caso-Sardegna e non parla della possibilità di congelare l'aumento dell'addizionale comunale sui diritti d'imbarco per i biglietti staccati nell'Isola.

La prima dichiarazione stizzita arriva dall'ex Governatore sardo di Forza Italia, Ugo Cappellacci: «Non si può ignorare che la Sardegna sia un’isola e che l’aereo, come la nave, rappresenta una scelta obbligata per turisti e residenti. Introdurre nuove tasse e aumentare il costo finale del biglietto è un’azione discriminatoria nei confronti dei cittadini e un colpo basso alla nostra economia, in particolare al settore turistico. Non solo Ryanair – prosegue Cappellacci- ma qualsiasi progetto, con qualsiasi compagnia parte da 2,5 euro in più a passeggero, per un biglietto in cui le tasse rappresentano già il 40% del prezzo finale».

«Ci sono ragioni oggettive – sottolinea Ugo Cappellacci- per introdurre una deroga a favore dei passeggeri che volano da e per la Sardegna. Ignorarle è una scelta politica sbagliata di cui il Governo si assume tutte le sue responsabilità». Per Alghero ed Elmas in realtà si tratta di un doppia fregatura: da una parte la Ryanair che taglia i voli (14 solo sul Riviera del Corallo, oltre alla chiusura della base dal 1 novembre), dall'altra lo Stato che non riconosce agli enti locali quanto dovuto per legge. Motivo per cui il sindaco Mario Bruno e il collega di Elmas, Valter Piscedda, hanno aderito alla class action per vedere riconosciuti i propri diritti [LEGGI].
10:10
L´Aeroporto Internazionale di Napoli - gestito da Gesac partecipata per circa il 70% da F2i - sarà il ventisettesimo aeroporto di Ryanair in Italia e la sedicesima base italiana del vettore (l´86a in Europa)
1/12/2016
La continuità territoriale aerea che sarà in vigore dal 2017 al 2021 conserva la tariffa Unica voluta dalla Giunta Cappellacci. Le novità sono state illustrate dall´assessore regionale dei Trasporti Massimo Deiana
1/12/2016
E´ il presidente di Confcommercio Sud Sardegna Alberto Bertolotti ad intervenire sull´ipotesi di vendita quote della società di gestione dello scalo di Elmas, dopo l´offerta del fondo di investimenti F2i per lo scalo algherese
© 2000-2016 Mediatica sas