Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Maria Pia, avanza la nuova opposizione
S.A. 26 febbraio 2016
I destini incrociati della scena politica algherese sulla destinazione urbanistica della zona verde di Alghero: parte da questo un nuovo fronte composto da Patto Civico, Psd'Az e Nuovo Centro Destra
Maria Pia, avanza la nuova opposizione


ALGHERO - «Alghero ha visto sino ad ora solo gli annunci un po' confusi delle cose che si sarebbero dovute fare, nessuna realizzazione concreta ed una crisi che oramai perdura da troppo tempo. In questi ultimi mesi stiamo persino assistendo agli annunci della risoluzione della crisi. La estenuante trattativa col PD registra regolarmente posizioni diverse fra i soggetti in commedia, ma non si è visto sino ad ora ne il riconoscimento del fallimento da parte di Bruno ne l'azzeramento della giunta, condizioni queste richieste dal PD, e tuttavia, nonostante questo, l'ottimismo sulla conclusione positiva della trattativa viene propagandata senza risparmio».

Così inizia la nota firmata da una nuova "opposizione" che si sta facendo avanti nella scena politica algherese formata da Patto Civico, Nuovo Centro Destra e Partito Sardo d'Azione, rappresentati rispettivamente da Stefano Lubrano e Marco Muraglia, Maria Grazia Salaris ed Emiliano Piras, Giuliano Tavera e Mario Conoci. Volti conosciuti e già protagonisti del passato amministrativo della città: da un ex sindaco del Pd Stefano Lubrano ad un ex vice sindaco di Forza Italia Mario Conoci: tutti uniti contro l'attuale giunta guidata da Mario Bruno.

«O Bruno azzera e ammette il fallimento, o il PD si accomoderà sulle poltrone assessoriali senza che Bruno azzeri e ammetta alcunché. Vedremo. Il punto fondamentale da risolvere resta però la distanza siderale fra il programma amministrativo di Bruno da quello del PD» spiegano i firmatari. Ad agitare le acque, tuttavia, è un punto preciso del programma, ossia la destinazione urbanistica di Maria Pia: «un forte richiamo, quasi un grido di dolore, arrivato dall'interno della maggioranza Bruno da parte del gruppo Curedda, Fadda e Carta affinché il PD li aiuti a sovvertire un cardine programmatico della maggioranza Bruno».

Destini politici incrociati, dunque, «sulle due strade da imboccare - spiegano Conoci e compagni - Parco urbano e tutela integrale o costruzioni di strutture ricettive, urbanizzazioni e servizi. Due scelte opposte. Crediamo che iniziare a chiarire questa scelta sarebbe sinonimo di trasparenza e comunque il requisito minimo per dare credibilità ad una operazione di trasformismo politico che porterebbe con se molte contraddizioni che rischiano di trasformare radicalmente il programma presentato da Bruno e votato dagli algheresi che hanno scelto di far vincere l'attuale sindaco e la sua maggioranza».

Per questo Patto Civico, Nuovo Centro Destra e Partito Sardo d'Azione presentano, con le firme dei consiglieri Salaris e Piras una mozione che permetta al sindaco ad alla sua maggioranza, nella sede del Consiglio Comunale, «di chiarire la scelta sul futuro di Maria Pia. Questo naturalmente è solo il primo di una lunga serie di problemi rimasti inevasi da parte dell'amministrazione comunale che vogliamo sollevare e portare all'attenzione della città, nella speranza che il sindaco e la sua ridotta maggioranza inizino ad occuparsene, abbandonando trattative infinite legate solo alla propria sopravvivenza o che, in alternativa, prendano atto della loro inadeguatezza e per il bene della città restituiscano la parola agli algheresi».

Nella foto: la manifestazione sull'aeroporto tenutasi nelle scorse settimane con Conoci, Salaris e Lubrano
23/8/2016
iRS lancia un appello alla società sarda e alle istituzioni chiedendo di partecipare alla manifestazione e di sostenere attivamente la campagna internazionale per l´Amnistia in merito ai fatti politici in Corsica
23/8/2016
Quella del 2016 non verrà ricordata solamente come l´estate peggiore per il servizio di igiene urbana, per l´incuria ambientale e la procurata fuga di Ryanair, ma anche come quella della più inconsistente programmazione turistico-culturale di sempre
22/8/2016
Intitolando a Francesco Cossiga una strada al centro di Sassari il sindaco Nicola Sanna ha dato simbolicamente il via alla storicizzazione della sua figura politica, proprio mentre sta per essere pubblicato il diario quotidiano del settennato e un vasto carteggio con Giulio Andreotti. Pubblichiamo la versione integrale del discorso tenuto da Pasquale Chessa, curatore scientifico dell’archivio Cossiga. Archivio che gli specialisti della Camera dei deputati hanno appena finito di ordinare
22/8/2016
Nella notte tra il 14 e il 15 agosto è stato cambiato il nome ad una delle strade più importanti di Sassari: Corso Vittorio Emanuele II ´Re d´Italia´ è diventata Corso Vittorio Emanuele II ´Assassino di Sardi
© 2000-2016 Mediatica sas