Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaAeroportoFull-Scale ad Alghero, incidente in aeroporto
A.B. 26 febbraio 2016
Venerdì Full-Scale ha chiuso il ciclo di esercitazioni previste dal Piano di Emergenza Aeroportuale nello scalo Riviera del Corallo
Full-Scale ad Alghero, incidente in aeroporto


ALGHERO – Oggi (venerdì), “Full-Scale” ha chiuso il ciclo di esercitazioni previste dal Piano di Emergenza Aeroportuale nello scalo Riviera del Corallo di Alghero. L’esercitazione ha simulato l’azione di tutti i soggetti coinvolti nel Piano di Emergenza Incidente Aereo attivando le procedure di intervento previste per il Centro Operativo per le Emergenze, il Posto di Comando Mobile, la postazione medica avanzata e le sale di accoglienza dei passeggeri illesi e dei parenti delle vittime.Nell'occasione, è stato simulato un incidente aereo.

Questo lo scenario allestito per l'esercitazione: un Boeing 737 serie 800, durante la fase di atterraggio, dopo aver toccato la pista, inspiegabilmente sbanda finendo la sua corsa nelle fasce erbose dell’aeroporto, adagiandosi su un’ala. Immediatamente, sono state attivate le procedure di emergenza, con il coordinamento della Torre di Controllo e del Coe. Sono intervenuti sul luogo dell’incidente i mezzi di soccorso dei Vigili del Fuoco, della Croce Rossa, del 118 e delle strutture di supporto all’emergenza della Sogeaal. Mentre i “feriti” più gravi sono stati trasportati negli ospedali più vicini, ai restanti passeggeri coinvolti sono state prestate le prime cure nella Pma di primo soccorso allestita nello scalo e dotata della così detta “scorta intangibile” composta da defribillatori ed altri strumenti medicali, coperte anti-ustioni, medicinali, barelle e quant’altro necessario per il primo intervento.

Tutti gli aeroporti sono tenuti a svolgere periodicamente simulazioni di questo tipo: l’obbiettivo è quello di testare l’efficacia del Piano di Emergenza, delle comunicazioni e del coordinamento tra gli Enti aeroportuali e non, coinvolti nelle operazioni di soccorso. Nello scalo di Alghero, le esercitazioni vengono svolte basandosi sullo standard applicato dalla Fema, l’Agenzia Americana per la gestione delle Emergenze, secondo un modello chiamato Nims, utilizzato, appunto, negli Stati Uniti per coordinare la preparazione alle emergenze e la gestione degli incidenti. Il test svolto è stato estremamente complesso, ha coinvolto oltre cento persone, tra personale del soccorso antincendio, soccorso sanitario, personale degli Enti di Stato e del Gestore Aeroportuale e prepara i soggetti interessati a prestare al meglio la propria opera qualora, malauguratamente, ve ne fosse reale necessità.
24/3/2017
In attesa di qualche novità e dell'ufficializzazione della summer da parte di Sogeaal, domenica i primi collegamenti internazionali del colosso low cost irlandese dall´aeroporto di Alghero. A questi si aggiungeranno quelli Wizzair (Budapest, Bucarest, Katowice, Varsavia), Smartwings su Praga e probabilmente la novità Europlayas per Madrid e Valencia
25/3/2017 video
Il 4 aprile “click day” per 124 milioni di euro per le imprese, destinate alle aree di crisi non complessa. Le dichiarazioni del sindaco di Alghero Mario Bruno, del presidente del Consorzio Industriale Provinciale di Sassari Pasquale Taula e dell´assessore allo Sviluppo Economico, Ornella Piras
24/3/2017
Oggi, il management della società che gestisce l´aeroporto di Alghero ha ricevuto la visita della Direzione operazioni centro, organo di vigilanza tecnica dell’Enac
24/3/2017
Il prossimo passaggio sarà la pubblicazione dell´avviso relativo nella Gazzetta Ufficiale dell´Unione Europea che darà avvio alla proceduta di affidamento del servizio
24/3/2017
Così il vice capogruppo di Forza Italia Marco Tedde commenta l’annuncio della firma del decreto sulla continuità territoriale del Ministro Delrio, basato sul vecchio progetto della Giunta Regionale
24/3/2017
Ugo Cappellacci coordinatore regionale di Forza Italia, stigmatizza «la scellerata eliminazione della continuità aerea per Bologna, Torino, Verona e Napoli da parte della giunta dei baroni»
© 2000-2017 Mediatica sas