Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniServiziIl project financing è fallimentare per l´ospedale
Mauro Marras 28 febbraio 2016
L'opinione di Mauro Marras
Il project financing è fallimentare per l´ospedale


Mi permetto di dissentire ed esprimere la più totale contrarietà in merito alla proposta di utilizzare la via del project financing per la costruzione del nuovo ospedale di Alghero. Il project financing non è la soluzione adatta per gli ospedali, e dal punto di vista dei conti pubblici un vero e proprio fallimento. Negli ultimi anni, in alcune regioni d'Italia ci si è affidati per la costruzione e anche per la ristrutturazione di ospedali alla tecnica della finanza di progetto con cui si da' la possibilità a un operatore privato di realizzare opere pubbliche attraverso un contratto di concessione, e nel caso degli ospedali, viene finanziata l'operazione in cambio della gestione o di parte di essa, dell'opera stessa per un numero che può variare dai 20 ai 30 anni.

Nel caso di costruzione di opere di edilizia sanitaria si verifica una compartecipazione tra pubblico e privato con notevoli differenze di gestione economica e flussi di cassa rispetto all'usuale sistema degli appalti, che prevede che ad assumere la titolarità, il controllo e la gestione dei lavori sia l'azienda pubblica, mentre nel project financing è il privato che gestisce i lavori e non deve sottostare alla legge pubblica sugli appalti. I rischi sono molteplici con la conseguenza di prestare il fianco ad atteggiamenti opportunistici da parte di lobby impreditoriali senza scrupoli che potrebbero sfruttare la propria forza contrattuale per alimentare l'incremento dei costi di gestione dei servizi sanitari e non. Pensiamo ad esempio ai servizi non sanitari come distribuzione pasti, raccolta e smaltimento rifiuti, pulizie interne ed esterne, portierato e guardiania che potrebbero diventare la gallina dalle uova d'oro per il privato, che dovrà rientrare dai costi sostenuti per la costruzione del nuovo ospedale ,con aumenti e costi di gestione per il socio pubblico insostenibili negli anni, nella misura maggiorata del 40-50% a seconda del contesto.

Un disegno quindi che presenta incontrollabili e forti diseconomie che sottraggono nel tempo risorse alla spesa pubblica per la salute. In sintesi il socio pubblico alla fine del periodo di concessione (20-30 anni) diventa a tutti gli effetti proprietario dell'ospedale. Periodo al termine del quale l'opera necessiterà di forti ristrutturazioni con ulteriori e gravosi investimenti. Non si può accettare quindi un project financing che di fatto rappresenta un modello di privatizzazione del bene pubblico quale la sanità è. A mio avviso occorre concentrarsi sulla reale situazione sanitaria locale e attraverso un azione politica mirata e incisiva cercare di ottenere le risorse finanziarie pubbliche previste per la costruzione di opere di edilizia sanitaria nella nostra regione pari a 250 milioni di euro, per la costruzione del nuovo ospedale algherese.

*Dirigente Sindacale CGIL-FP Sassari
12:44
Presentata martedì "Differenzia tutti i giorni per una raccolta di qualità", l´iniziativa informativa per residenti e turisti promossa dall’Unione dei Comuni dell’Alta Gallura e Tetra Pak Italia, in collaborazione con Latte Arborea e Cooperativa Erica
27/7/2016
Nasce un punto per agevolare gli utenti del servizio idrico nel disbrigo delle pratiche più controverse con il gestore
© 2000-2016 Mediatica sas