Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaLavoro › In house Alghero e Sassari, opzione Multiss
M.V. 28 febbraio 2016
Mercoledi prossimo un incontro a Cagliari con l´assessore Erriu, al quale parteciperanno anche l´amministratore della provincia Guido Sechi, e i sindaci di Alghero e Sassari
In house Alghero e Sassari, opzione Multiss


ALGHERO - La conferma a quanto anticipato dal Quotidiano di Alghero arriva dalle parole del sindaco Mario Bruno, che dopo mesi di lavoro su una vertenza complicata e difficile tra azienda in House, proprietà e Regione Sardegna parla apertamente di lavoratori che si sono messi di traverso [LEGGI]. Secondo alcune indiscrezioni si tratterebbe degli amministrativi, nonostante il voto favorevole dell'assemblea e il lungo percorso fatto con i sindacati di categoria per evitare i licenziamenti nonostante i drastici tagli dei finanziamenti regionali.

«Il mancato accordo con i sindacati sul contratto di solidarietà di tipo B previsto perfino nel piano industriale approvato dal Consiglio Comunale nel marzo scorso è dovuto solo a una controversia interna fra lavoratori della stessa Alghero in House. Non hanno accettato le proposte di riduzione dell'orario, l'eliminazione dei buoni pasto per circa 80.000 euro complessivi, l'accompagnamento alla pensione per coloro che stanno per maturare i requisiti e soprattutto l'eliminazione di altre indennità accessorie per gli amministrativi. Non c'è stato accordo tra di loro, purtroppo» precisa il sindaco di Alghero.

Conferme arrivano anche sulle prospettive future e si profila un accordo a quattro con Provincia, Comune di Sassari e Regione Sardegna per centralizzare servizi e funzioni sulla Multiss (l'in House in capo alla Provincia che già svolge numerosi servizi nel territorio). Ipotesi vista di buon occhio anche da Forza Italia che considera Multiss azienda strumentale della futura rete metropolitana [LEGGI]. Mercoledi prossimo è previsto un incontro a Cagliari con l'assessore Erriu, al quale parteciperanno anche l'amministratore della provincia Guido Sechi, e i sindaci di Alghero e Sassari, Mario Bruno e Nicola Sanna.

«Da mesi lavoriamo per una soluzione che vada oltre la gestione dei servizi strumentali della città di Alghero - precisa il primo cittadino algherese - così come stiamo lavorando a nuove ipotesi per i servizi a rilevanza economica e le riscossioni. Con l'obiettivo di assicurare servizi e funzioni per i cittadini, salvaguardare per quanto possibile i posti di lavoro e il patrimonio aziendale e comunale. Anche i lavoratori dovranno però fare la propria parte fino in fondo».

Nella foto: i sindaco di Alghero e Sassari con l'assessore alla programmazione Raffaerle Paci
14/10/2017
Ultimati i lavori di ristrutturazione, nei giorni scorsi è stato sottoscritto il comodato d´uso della struttura che ha sede nell’incrocio tra via Sassari e via Balai: con questo provvedimento il Comune di Porto Torres autorizza l´Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro (Aspal) ad utilizzare i locali
18:53
Dura presa di posizione di Desirè Manca e Maurilio Murru in riferimento alla mancanza di comunicazione fra Sassari e Cagliari a discapito dei lavoratori: «Una pec della Regione Sardegna arriva al Comune di Sassari e nessuno la apre ma, soprattutto, nessuno si preoccupa del fatto che a Cagliari ad un tavolo di discussione così importante che affronta i temi del lavoro non c’è Sassari. Nessuno dice niente, nemmeno una telefonata. Ogni commento è superfluo, ma il fatto è grave, molto, e merita una spiegazione, subito»
17:20
Il direttore generale dell’Agenzia, Massimo Temussi precisa che «la riapertura del Centro per l’impiego a Porto Torres è l’ennesimo tassello nella riorganizzazione del sistema di politiche attive per il lavoro che l’Aspal ha intrapreso dalla sua nascita, con la legge 9 del maggio dello scorso anno, che ha racchiuso sotto una gestione unitaria, con la regia regionale dell’Agenzia, tutti gli uffici territoriali del lavoro»
15/10/2017
Convegno promosso dalla Diocesi di Alghero-Bosa in preparazione alla Settimana Sociale dei Cattolici che si svolgerà a Cagliari dal 26 al 29 ottobre
16/10/2017
Sabato, i lavoratori della miniera di bauxite hanno raggiunto gli operai del Geoparco che occupano il tetto di San Nicola da cinque giorni. L´incontro fra i due presìdi di protesta unisce due vertenze fondamentali per il territorio
© 2000-2017 Mediatica sas