Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniPoliticaCimitero, chiarezza sulle responsabilità politiche
Giuseppe Foddai 3 marzo 2016
L'opinione di Giuseppe Foddai
Cimitero, chiarezza sulle responsabilità politiche


Sull’imbarazzante vicenda relativa al modus operandi dello “smaltimento” delle bare presso il cimitero di Alghero, episodio risalente a qualche giorno fa in cui è stato denunciato l’amministratore della società In House che dovrebbe gestire il servizio, come Riformatori di Alghero chiediamo venga fatta chiarezza riguardo quelle che sono le responsabilità politiche sull’accaduto. Riteniamo infatti che l’assessore con delega ai Servizi Cimiteriali e ai rapporti con Alghero In House, Gianni Cherchi, oltre esercitare funzioni di indirizzo politico-amministrativo, debba avere anche l’obbligo del controllo e della vigilanza. Per la gravità di quanto recentemente praticato nel cimitero di Alghero, ovvero l’aver bruciato, senza controllo e in spregio alle norme ambientali, legname e pezzi provenienti da esumazioni ed estumulazioni, che per legge dovrebbero essere trattati come rifiuti e smaltiti come tali secondo delle precise procedure, aspettiamo che l’assessore Cherchi voglia chiarire la sua posizione e, fatto questo, trarne le dovute conclusioni.

* in rappresentanza dei Riformatori Sardi di Alghero
30/6/2016
«Si tratta di una conferma indiretta degli impegni che Regione e Governo stanno costruendo per il Patto della Sardegna con la progettazione e la costruzione della rete interna fondamentale a carico di Snam e della tariffa nazionale», dichiara il senatore del Pd Silvio Lai
29/6/2016
E’ sconcertante che il massimo rappresentante dei sardi, totalmente assente nelle fasi calde della vertenza, si limiti a serafici comunicati da Bruxelles, senza il minimo rispetto per quattrocento persone che vedono sfumare il proprio posto di lavoro
29/6/2016
Michele Pais e i salviniani algheresi mettono in evidenza la recente delibera della Corte dei Conti sul Piano delle partecipate presentato dall´Amministrazione comunale
29/6/2016
Una Città trascurata, in balia di una amministrazione schiava della sua instabilità, dove il Primo Cittadino ha fatto di tutto per isolarsi e perdere tutti i contatti e le “simpatie” delle “amministrazioni amiche”
© 2000-2016 Mediatica sas