Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniParchiLe mie precisazioni sull´intervento di Cadinu
Antonio Torre 4 marzo 2016
L'opinione di Antonio Torre
Le mie precisazioni sull´intervento di Cadinu


Chiamato in causa sono costretto, mio malgrado, ad intervenire per ripristinare la verità su affermazioni non corrispondenti al vero riscontrate nell’intervento del geom. Cadinu apparso il 29 febbraio nella rubrica “Opinioni” di Alguer.it, intervento nel quale, tra l’altro, viene mosso un attacco diretto alla mia persona, privo di ogni fondamento. Intendo precisare innanzitutto che, per quanto riguarda la mia partecipazione al CdA del Parco di Porto Conte, è falso quanto asserisce il geom Cadinu secondo cui avrei fatto parte di due CdA del Parco stesso. Infatti, sono stato eletto, per la prima ed unica volta, quale Consigliere del CdA del Parco di Porto Conte con delibera dell’Assemblea del Parco n. 12 del 28.11.2012., sotto la Presidenza Lubrano.

Non sono mai stato Consigliere durante la Presidenza Sasso e neppure durante la Presidenza Usai come invece viene affermato nel testo in questione. E’ pertanto evidente che non potevo essere in carica nel ruolo di Consigliere quando “è stata firmata la convenzione con il Dipartimento di Biologia per l’affidamento senza bando di gara per la redazione del fantomatico Piano del Parco” (parole del geom. Cadinu) come si può desumere facilmente dall’iter Amministrativo che chiunque lo voglia, può verificare consultando la documentazione relativa presso la sede del Parco. E’ certo, infatti, che tutto l’iter sia avvenuto tra il 2009 e il 2010, periodo in cui non facevo parte del C.d.A. Chiudo il capitolo Parco di Porto Conte ricordando che ho accettato di fare il Consigliere del CdA a titolo totalmente gratuito, così come stabilito dalla delibera dell’Assemblea del Parco; considero, infatti, un onore, per un cittadino, contribuire attraverso un incarico pubblico, allo sviluppo della propria comunità.

Per quanto riguarda, poi, il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, chiedo al geom Cadinu quale reato avrei commesso nel collaborare con un Ente statale istituito con Legge n. 388 del 23 dicembre 2000 e con decreto del Ministro dell’Ambiente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 265 del 14 novembre 2001; Ente che l’UNESCO ha riconosciuto come primo Parco Geominerario della propria Rete mondiale dei Parchi Geominerari. Vorrei pertanto capire, perché il geometra sottolinei con enfasi il fatto che in una conferenza tenuta all’Obra Cultural nel 2008 nel presentare il Parco Geominerario io abbia evidenziato le opportunità che sarebbero potute derivare alla comunità algherese dall’inclusione di parte del territorio comunale all’interno del suddetto parco. Che c’è di male in tutto questo?

Infine, relativamente alla mia collaborazione con il Parco Geominerario preciso che essa è rimasta circoscritta a uno spazio temporale di meno di un anno compreso tra il 2007 e il 2008 dopo questo periodo non ho svolto più alcun tipo di collaborazione con lo stesso Ente. E’ da sottolineare inoltre il fatto che, nel suddetto periodo, il ruolo di direttore del Parco non era certamente ricoperto dal dott. Usalla come sembrerebbe doversi dedurre dal comunicato del geom. Cadinu. Voglio concludere affermando che, proprio perché il mondo “è piccolo”, come osserva lo stesso geometra, sarebbe doveroso prima verificare la veridicità di ciò di cui si ha intenzione di scrivere e qualora non si seguisse questa buona prassi avere il coraggio di porgere pubbliche scuse alla persona di cui si è parlato a vanvera. Da ultimo, intendo far presente che non ho intenzione di intervenire ulteriormente riservandomi, eventualmente, di ricorrere agli Organi competenti.

*biologo, consigliere uscente del Cda del Parco di Porto Conte
14:11
In programma due giorni di educazione ambientale per la Giornata europea dei Parchi
22:00
Sabato 28 maggio il Parco nazionale dell’Asinara –Area marina protetta per ridare vita all’ex struttura carceraria situata in località Fornelli promuove una giornata di apertura, un momento di avvio sperimentale per favorire il recupero del supercarcere
21/5/2016
Venerdì, spazio a Sano e Sardo, Scuola e Parco insieme per la valorizzazione dei prodotti di qualità e per una buona e sana alimentazione
© 2000-2016 Mediatica sas