Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaOpinioniPoliticaDopo le province non lasciamo soli i comuni
Cristiano Erriu 8 marzo 2016
L'opinione di Cristiano Erriu
Dopo le province non lasciamo soli i comuni


La Regione non lascia soli i comuni nel percorso verso i nuovi assetti legati al superamento del sistema delle province. La Giunta mette a disposizione dei comuni risorse finanziarie e figure qualificate in questa delicata fase di costruzione dei nuovi assetti. Sono anche previsti strumenti di perequazione per le realtà più svantaggiate. È un percorso graduale in cui la Regione è pronta a sostenere i singoli territori che comunque sono chiamati a compiere scelte fondamentali per il loro futuro.

Il valore strategico delle Unioni dei Comuni che rappresentano il cuore della riforma e che devono essere il più possibile forti e strutturate e rispecchiare un ambito ampio per far fronte, in modo efficace, ai nuovi compiti e alle nuove responsabilità. Le divisioni e l'eccessiva frammentazione possono costituire uno svantaggio competitivo per i territori e un ostacolo a una gestione associata delle funzioni e al processo virtuoso di collaborazione intercomunale.

Una dimensione adeguata invece può aiutare a risolvere i problemi. La scelta spetta comunque ai comuni in piena autonomia, la Regione rispetterà le decisione che verranno assunte. Tutta l'Isola discute, sono convinto che con scelte nette e motivate si possano superare le criticità e le incertezze legate al superamento del sistema delle province.

*Assessore regionale degli Enti Locali
10:37
Frase chiaramente offensiva e sessista oltre che frutto di una vergognosa caduta di stile del sindaco verso la consigliera Pulina. L´Assessore Raniero Selva nei giorni successivi ha voluto emulare il suo Sindaco
23/3/2017
Le frizioni tra i partiti e liste di maggioranza e tra le correnti del primo partito, il Pd, stanno mettendo a dura prova l´Esecutivo guidato da Nicola Sanna. Il primo banco di prova è la seduta del Consiglio comunale convocata per martedì 28 marzo
© 2000-2017 Mediatica sas