Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSportJudo › Judoka algheresi vincenti ad Abbasanta
S.A. 8 marzo 2016
Sabato 5 Marzo, presso il Palasport di Abbasanta, si è svolta la qualificazione regionale per la partecipazione ai Campionati Italiani classe Cadetti. Primi posti per gli atleti del Judo Club Alghero
Judoka algheresi vincenti ad Abbasanta


ALGHERO - Sabato 5 Marzo, presso il Palasport di Abbasanta, si è svolta la qualificazione regionale per la partecipazione ai Campionati Italiani classe Cadetti (15/17 anni). Il Judo Club Alghero ha partecipato con Rita Congiu, Thomas Amadu, Andrea Sau, Ruben Manazzu. Tre dei judoka algheresi hanno brillantemente superato la fase di qualificazione: Rita Congiu, 1^ classificata nei kg. 52; Thomas Amadu, 1° classificato nei kg. 73; Ruben Mannazzu, 1° classificato nei kg.81.

Gli atleti qualificati, hanno vinto tutti combattimenti per Ippon (il massimo punteggio) prima dello scadere del tempo, dimostrando oltre ad una accurata preparazione anche grandi capacità tecnico- agonistiche. Anche Andrea Sau nei kg. 66, aveva iniziato una buona gara vincendo il primo incontro, e portandosi in vantaggio anche al secondo, quello decisivo per la qualificazione, che poi ha perso per una distrazione, classificandosi al 5° posto della sua categoria.

Gli atleti affronteranno il Campionato Italiano Cadetti che avrà luogo il 19 e 20 Marzo 2016 presso il Palapellicone di Ostia, accompagnati dal Maestro Monica Piredda, Cintura Nera 5° Dan. Nella stessa giornata di sabato, sempre ad Abbasanta, si è svolta anche la 2^ Fase del Gran Prix Regionale Esordienti A (12 anni) con la partecipazione di Federico Silanos che si è classificato al 5° posto della categoria kg.36.

Nella foto: i judoka algheresi vincitori ad Abbasanta
7:09
Nel fine settimana, il Geopalace di Olbia ha ospitato il Campionato Europeo di Judo Kata 2016. Terzo posto nel Judo Show per Nicola Placidi, Ilaria Placidi, Lorenzo Serra, Alessia Monti, Thomas Amadu e Ruben Mannazzu
© 2000-2016 Mediatica sas