Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAgricoltura › Surigheddu, Bruno: «Spazio a imprese del territorio»
S.A. 9 marzo 2016 video
«Dalla produzione fino alla trasformazione, commercializzazione e alla didattica, credo ci siano tutte le condizioni per recuperare quarant´anni di disinteresse» ha precisato il sindaco di Alghero che chiede spazi per gli agricoltori locali. Il suo intervento
Surigheddu, Bruno: «Spazio a imprese del territorio»


ALGHERO - «E' una giornata importante, le istituzioni di muovono insieme per sbloccare una situazione inaccettabile durata alcuni decenni». Con queste parole il Presidente della Regione Sardegna ha introdotto i lavori in occasione della presentazione pubblica dell'avviso esplorativo cui seguirà la vendita dei terreni e delle strutture di Surigheddu e Mamuntanas (circa 1200 ettari) con un bando che avrà diffusione internazionale [GUARDA].

Conferenza molto partecipata, svoltasi presso il Centro di Biodiversità dell'Università di Sassari, alla presenza di Francesco Prigliaru, gli assessori all'Agricoltura e agli Enti Locali, Elisabetta Falchi e Cristiano Erriu, il Rettore Massimo Carpinelli e il sindaco di Alghero Mario Bruno. Ad ascoltare le importanti decisioni che cambieranno volto ai fertili terreni alle porte di Alghero assessori, consiglieri comunali e il sindaco di Sassari, Nicola Sanna.

Interesse primario della Giunta regionale è riportare l'azienda alla produttività e all'impiego di forza lavoro. «E' un momento storico, c'è la determinazione giusta della Regione, spero e credo sia la volta buona» ha sottolineato il sindaco Mario Bruno. «Dalla produzione fino alla trasformazione, commercializzazione e alla didattica, credo ci siano tutte le condizioni per recuperare quarant'anni di disinteresse. Nel rapporto con gli eventuali acquirenti - ha precisato il sindaco di Alghero - occorre trovare la giusta sinergia con il territorio e un interesse diretto con le imprese e gli agricoltori locali».

15:40
10 milioni 794mila euro la base d'asta per circa 1.200 ettari. Il compendio sarà messo in vendita come un unico corpo aziendale. Cinque le aziende che hanno manifestato interesse all’acquisto. Agli occupanti sarà proposto l’acquisto a prezzo di mercato di una porzione del complesso pari a circa il 15% del totale o, in subordine, l’affitto
26/6/2017
Coldiretti Sardegna non ci sta alle accuse che arrivano dall’assessore regionale all’Agricoltura e conferma quanto detto durante la manifestazione che si è svolta venerdì scorso sulla Strada statale 131 all’altezza di Abbasanta
© 2000-2017 Mediatica sas