Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaEconomia › Surigheddu e Mamuntanas viste da Sassari
A.B. 9 marzo 2016
«Opportunità di rilancio del territorio», dichiara il sindaco di Sassari Nicola Sanna, ospite alla presentazione dell´avviso esplorativo per la vendita del compendio agricolo
Surigheddu e Mamuntanas viste da Sassari


ALGHERO - «Oggi credo che la scelta di porre nella disponibilità delle imprese, di chi vuole investire in questo patrimonio, sia una scelta logica, importante e necessaria». Lo ha detto questa mattina (mercoledì) il sindaco di Sassari Nicola Sanna, intervenuto alla conferenza stampa organizzata dalla Regione Autonoma della Sardegna e Comune di Alghero per la presentazione ufficiale dell'avviso esplorativo volto a verificare l'interesse del mercato sulla ex azienda agricola di Surigheddu e Mamuntanas [LEGGI].

Un'iniziativa che vede concretamente impegnata la Regione per il recupero produttivo di quell'immenso patrimonio abbandonato da trent'anni. Un compendio agricolo di circa 1200ettari di grande valore paesaggistico e produttivo in cui insistono grandi potenzialità date dalle biodiversità e tipicità agroalimentari della Nurra e del nord Sardegna. Alla conferenza stampa, che si è svolta nel Centro per la biodiversità vegetale dell'Università di Sassari, proprio a Surigheddu, sono intervenuti il presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, gli assessori regionali Cristiano Erriu ed Elisabetta Falchi, il sindaco di Alghero Mario Bruno [LEGGI] ed il rettore dell'Università degli Studi di Sassari Massimo Carpinelli.

«Ci sono tante grandi aziende sul territorio che operano nel settore agricolo - ha ripreso Sanna - che possono davvero essere interessate a questa splendida area. Dobbiamo sollecitarle. Dobbiamo davvero affidarci alla possibilità di un rilancio. A partire dalle forze imprenditoriali del territorio. Io credo che questo sia il vero messaggio che si debba trasmettere, perché soltanto così si riuscirà a far rinascere queste aziende».

Nella foto: il presidente Pigliaru ed il sindaco Sanna
29/7/2016
Lo rileva il Svimez: crescita più contenuta tra le regioni del Mezzogiorno, con un Pil che sale ma solo dello 0,2%% nel 2015 rispetto al -1,8% del 2014. Più occupati in agricoltura. Emorragia di posti nell´industria
28/7/2016
Ma numeri al di sotto delle altre regioni del Mezzogiorno. Il secondo trimestre 2016 si è chiuso con un bilancio in aumento: 2.408 nuove aziende a fronte di 1.597 cessazioni
© 2000-2016 Mediatica sas