Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSaluteSanità › «Nido riapre entro due settimane». Sussarellu: due mesi per Medicina
S.A. 11 marzo 2016 video
Lo annuncia il commissario Agostino Sussarellu che prevede due settimane per la riapertura del Nido e due mesi per la conclusione dei lavori nel reparto di Medicina dell'ospedale Civile. L'intervista
«Nido riapre entro due settimane»
Sussarellu: due mesi per Medicina


ALGHERO - «Nido concluso a breve, al massimo tra un quindicina di giorni sarà consegnato il nuovo reparto». Così il dottor Agostino Sussarellu, commissario dell'Asl n.1, ha annunciato in un'intervista al Quotidiano di Alghero l'imminente riapertura del reparto dell'ospedale Civile dopo anni di attesa [LEGGI].

Il manager dell'azienda Sanitaria Localen.1, ieri (giovedì) pomeriggio ad Alghero per partecipare alla Commissione consiliare Sanità, ha spiegato invece che servirà qualche settimana in più per il reparto di Medicina, smantellato in parte per le infiltrazioni d'acqua provocate dalle ultime piogge in città [LEGGI]. «Abbiamo potuto riprendere da poco perchè avevamo una diffida dei Nas perchè pare che i lavori disturbassero i pazienti. Pensiamo di concludere in un paio di mesi» ha proseguito.

Il commissario ha puntato il dito contro l'immobilismo degli ultimi anni: «non è stato fatto niente». «Stiamo provvedendo anche al rifacimento di tutti i pavimenti e agli ingressi dei piani trascurati in maniera completa. Allo stesso tempo si sta ultimando il lavoro di rimessa in sesto di uno dei reparti della Chirurgia» ha aggiunto Sussarellu. Buone notizie, invece per il Marino: «abbiamo ottenuto il mese scorso l'accreditamento per la risonanza dell'Ospedale Marino, ultimata già nel 2012».

22/7/2016
L´isola è la prima ad aver recepito l’intesa della Conferenza delle Regioni sui percorsi diagnostici terapeutici assistenziali per persone con malattie infiammatorie croniche dell´intestino e malattie reumatiche infiammatorie ed autoimmuni
22/7/2016
«Il mancato pagamento delle prestazioni dell’Aias da parte delle aziende sanitarie regionali sta creando sconcerto e sconforto in 1240 dipendenti qualificati che lavorano nelle 43 strutture regionali e che aspettano cinque mensilità di retribuzione», dichiara Marco Tedde, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale
22/7/2016
Nel giro di qualche settimana la rete sarà costituita dai presidi di soccorso e in totale da 11 defibrillatori posizionati in punti strategici della città e delle frazioni
22/7/2016
Quanti, al 31 dicembre 2015, erano in possesso del riconoscimento di handicap grave, potranno inoltrare istanza per la predisposizione di un piano personalizzato di sostegno
© 2000-2016 Mediatica sas