Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniBorgateL´abbandono dell´Agro ha radici antiche
Alessandra Malatesta 11 marzo 2016
L'opinione di Alessandra Malatesta
L´abbandono dell´Agro ha radici antiche


Le strade dell’agro algherese versano in un tale stato di degrado e abbandono che definirle tali è inappropriato, “mulattiere” sarebbe il termine più adatto da utilizzare. La strada che porta alla borgata di Santa Maria La Palma è un percorso ad ostacoli, piena di buche grandi come crateri o rialzi, veri e propri dossi dovuti alle radici degli alberi. Questa situazione, figlia del totale abbandono da parte delle varie amministrazioni comunali nei confronti dell’agro algherese, causa un forte disagio agli abitanti nonché una situazione di costante pericolo. Come se non bastasse, con il maltempo, quasi ogni settimana, i semafori dell’incrocio di Santa Maria La Palma (uno dei più importanti della zona) vanno in tilt e si bloccano per giorni e giorni.

A semafori spenti l’incrocio in questione diventa estremamente pericoloso in quanto la visuale è praticamente assente e per riuscire a vedere le vetture che provengono dalle varie direzioni occorre impegnare l’incrocio stesso, con i rischi conseguenti. Le precedenze non sono chiare a tutti; la SS291 (per intenderci quella che da Sassari prosegue per Fertilia) ha la precedenza sulla SP55bis (che prosegue per Porto Conte), cosa che crea fraintendimenti tra gli automobilisti che vi transitano.

Ricordando agli amministratori che gli abitanti dell’agro non sono cittadini di serie B, noi Riformatori chiediamo un immediato intervento di ripristino delle strade, le quali continuano a deteriorarsi andando ad accentuare l’ormai disastrosa situazione e li invitiamo inoltre, al fine di risolvere il problema dell’incrocio, di valutare la proposta di realizzare una rotatoria. Considerato che è brutta abitudine della classe politica locale ricordarsi dell’agro solo in tempo di elezioni, ovvero quando fanno comodo quei 3.000 voti che potrebbero fare la differenza, vogliamo sperare, come promesso a più riprese dall’Assessore Cherchi nei vari incontri già avuti con i comitati di borgata, che i lavori richiesti vengano realizzati quanto prima e non restino solo un annuncio da conferenza stampa o da campagna elettorale.

*Per Riformatori Sardi Alghero
13:42
«Fare presto» è la parola d´ordine lanciata dai presidenti dei Comitati delle Borgate di Guardia Grande–Corea, Sa Segada–Tanca Farrà e Maristella Giuseppina Congiu, Antonio Zidda e Tonina Desogos
29/6/2016
Avviati oggi i primi interventi per la messa in sicurezza e la parziale fruizione dei locali della canonica della borgata
© 2000-2016 Mediatica sas