Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteParchi › Porto Conte: Giornata dell’olivastro millenario della Sardegna
A.B. 15 marzo 2016
Il Parco di Porto Conte aderisce ed offre il suo patrocinio all’iniziativa per la diffusione della conoscenza dell’albero plurimillenario di Luras, il più longevo del Mediterraneo
Porto Conte: Giornata dell’olivastro millenario della Sardegna


ALGHERO - Venerdì 18 marzo a partire dalle ore 10.30, nella sala conferenze di Casa Gioiosa, il Parco di Porto Conte ospiterà la Giornata dell’olivastro millenario della Sardegna. L’evento ha l’obbiettivo di diffondere la conoscenza dell’albero più longevo del Mediterraneo, che si trova nel territorio del Comune di Luras, e che proprio due anni fa è stato riconosciuto come monumento naturale dall’Assessorato Regionale della Difesa dell’ambiente. La giornata avrà come obbiettivo principale quello di sensibilizzare gli studenti sul valore degli alberi, soprattutto quelli monumentali, che oltre ad un intrinseco significato biologico, hanno anche un valore aggiunto in termini culturali, colturali, storico- identitari.

L’iniziativa è organizzata dall’associazione Ordine Naturale presieduta dal noto tassidermista sardo Umberto Graziano, che con la sua associazione si è occupato di verificare e confermare la fertilità dei semi dell’olivastro di Luras facendo germinare oltre un migliaio di giovani plantule. Parte di esse saranno a disposizione dell'Università di Sassari e del Comune di Luras, mentre alcuni esemplari verranno donati alle scuole algheresi presenti alla manifestazione. L’associazione Ordine Naturale ha l’obbiettivo di donare una giovane pianta ad ogni Comune della Sardegna per sensibilizzare non solo le giovani generazioni, ma l’intera comunità sarda, che continua ad ospitare nella propria isola perle di biodiversità a livello mondiale. Le piante potranno essere poi richieste all’associazione inviando una e-mail all’indirizzo web ordine.naturale@tiscali.it.

L’olivastro di Luras si distingue per le sue eccezionali dimensioni, visto che è alto circa 15metri, con 12metri di circonferenza del tronco. L’aspetto più incredibile, però, riguarda l’età della pianta, che secondo alcuni studiosi risalirebbe a 3-4mila anni. Questo lo rende il più antico albero in Italia ed il più antico olivo del mondo. Nel corso della mattinata, ci sarà spazio anche per raccontare il valore di biodiversità presente nell’area del Parco relativamente alle numerose specie di uccelli presenti lungo le falesie di Capo Caccia, Punta Giglio e nella laguna del Calich. Infatti, è visitabile fino ad aprile la mostra Uccelli in 3D (rappresentata da uccelli sapientemente imbalsamati da Umberto Graziano) e la mostra Uomini e gipeti (che raccoglie inedite foto storiche sulla nidificazione del gipeto in Sardegna immortalato dal fotografo svizzero Carl Stemmler nel 1926).
23/9/2016
Alcune strade panoramiche del Parco naturale regionale ospiteranno il corteo della quarta edizione e, in particolare, alcun percorsi che vennero percorsi durante il periodo del secondo conflitto bellico
23/9/2016
Identificati otto bagnanti che nonostante il divieto sono entrati nella spiaggia di Cala di Sgombro di fuori e Cala Arena, quest’ultima situata nella zona Nord dell’isola in prossimità di Punta Scorno
© 2000-2016 Mediatica sas