Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › Ncd, Psd´Az e Lubrano: battaglia sul Cra
A.B. 16 marzo 2016
Ncd ha presentato una mozione sul tema, nella quale viene richiesto il ritiro della delibera di fine anno e l´attivazione di procedure per l´impostazone del nuovo bando, in scadenza a settembre
Ncd, Psd´Az e Lubrano: battaglia sul Cra


ALGHERO - «Chiediamo il ritiro della delibera n.382 del 30 dicembre 2015, che si attivino immediatamente le procedure di impostazione per il nuovo bando in scadenza a settembre 2016 e che venga consentito al Consiglio Comunale di avviare un percorso che conduca a scelte condivise, utili ed efficaci». Questo il fulcro della mozione presentata dal Ncd ed annunciata in una nota congiunta con Psd'Az e Patto Civico: «Prendiamoci davvero cura dei nostri anziani, loro lo hanno fatto quando noi eravamo bambini, glielo dobbiamo e lo faremo senza far calare il silenzio su questa vicenda», dichiarano compatti.

I tre partiti tornano a sottolineare [LEGGI] quella che ritengono essere la strada intrapresa dal sindaco di Alghero Mario Bruno [LEGGI]. «Decidere di difendere a tutti i costi la scelta di trasformare il Centro residenziale anziani di Alghero in una residenza per pensionati ricchi e benestanti – scrivono - rappresenta l'ennesimo affronto a questa città da parte del sindaco Mario Bruno e della sua ignara Maggioranza di sinistra. Solo a seguito della nostra denuncia dell'avvio di una procedura di finanza di progetto per la ristrutturazione e gestione del centro residenziale anziani, apprendiamo, dalle dichiarazioni del sindaco, che sarà il Consiglio Comunale a decidere il regolamento e le nuove tariffe da fare pagare ai nostri concittadini anziani. A tal proposito constatiamo ancora una certa confusione ricordando al sindaco che il Consiglio non si occupa di tariffe e che al massimo può definirne i criteri».

Ncd, Psd'Az e Patto Civico punta il dito sul primo cittadino, che «come Ponzio Pilato se ne lava le mani e dichiara che è stata la sua Maggioranza, con l'approvazione dell'aggiornamento del documento unico di programmazione, a decidere il futuro destino della struttura sociale più importante dell'Amministrazione Comunale, riversando, quindi, tutte le responsabilità sui suoi consiglieri di Maggioranza. Restiamo sgomenti di fronte alla superficialità e alla leggerezza con le quali il sindaco e la Maggioranza di sinistra giocano sulla pelle dei nostri anziani assumendo provvedimenti che, se realmente attuati, come in questo caso, comporterebbero l'aumento delle rette pagate dai nostri anziani e dalle loro famiglie. Ci sorprende, ma oramai sempre meno, che i grandi annunci di sostegno alle categorie più deboli vengano tradotti nella realtà in provvedimenti di segno opposto dal sindaco Bruno e da quella parte di sinistra che a parole ha sempre cavalcato queste tematiche». Ora, si attende che l'argomento arrivi nell'aula consiliare, dove le due parti spiegheranno le loro ragioni.

Nella foto: Stefano Lubrano
13:06
Continua il programma di assunzioni con ulteriori immissioni nella pianta organica a continuazione del programma che nel 2017 ha consentito l´assunzione a tempo indeterminato di ventisette persone. Altri ventitre ingressi in organico sono in programma per il 2018: entro luglio tutte le procedure saranno chiuse
19:22
Si ricercano figure professionali di categoria B, C e D1 provenienti da altri enti
20/6/2018
Con l´approvazione a maggioranza durante la seduta di ieri, il Consiglio comunale ha deliberato non solo di entrare nel Consiglio direttivo della Fondazione, ma anche di prevedere azioni ed interventi futuri a sostegno delle attività di ricerca, promozione e conservazione della cultura sarda a cura del Centro studi istituito dalla Fondazione, attività che l’Amministrazione si impegna a programmare per l’annualità 2018
© 2000-2018 Mediatica sas