Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaLavoro › Garanzia Giovani ad Alghero, iniziano i seminari
A.B. 16 marzo 2016
Al via ad Alghero i sostegni per i giovani all’autoimpiego ed all’autoimprenditorialità, inseriti nel Piano di Attuazione Regionale per il Programma Garanzia Giovani in Sardegna
Garanzia Giovani ad Alghero, iniziano i seminari


ALGHERO - Iniziano oggi (mercoledì), nella sala Siotto di Via Marconi, i seminari Imprendiamoci, nell’ambito del programma Garanzia giovani al quale sono iscritti quindici giovani tra 18 ed i 29 anni, inclusi nel programma promosso dall’Amministrazione Comunale di Alghero per avvicinare i giovani al mondo dell’impresa ed al lavoro. Oggi, inizia la prima edizione, composta da cinque giornate, per un totale complessivo di 24 ore, rivolto a cinque ragazzi (numero massimo consentito per edizione), che hanno manifestato la volontà di avviare una loro impresa.

L’iniziativa del Centro servizi per il lavoro di Alghero e dell’Agenzia Regionale per il lavoro, in accordo con l’Assessorato Comunale allo Sviluppo economico per l’accompagnamento alla creazione di impresa, pianificazione ed avvio dell’attività imprenditoriale per ragazzi, si compone di tre appuntamenti dedicati a cinque giovani per volta. Il primo dei quali, oggi, alla presenza dell’assessore Natacha Lampis, affronta le tematiche legate agli aspetti motivazionali, all’idea imprenditoriale, alle modalità amministrative e fiscali dell’avvio di un’attività, ai finanziamenti utili e al piano d’impresa. «L’Assessorato è da diverso tempo impegnato in una serie di progetti che diffondano nelle nuove generazioni la cultura d’impresa, che creino le condizioni per affiancare quelle esistenti e soprattutto che sostengano e alimentino quelle nuove. La collaborazione con L’agenzia Regionale del lavoro – aggiunge l’assessore - fa parte di un accordo stipulato da diversi mesi e i seminari Imprendiamoci rappresentano l’attuazione dei primi strumenti di diffusione della cultura imprenditoriale, stabiliti e concordati nell’accordo stesso, compresi in un progetto strategico molto più esteso».

Per Massimo Temussi, direttore generale dell’Agenzia Regionale per il lavoro, «l’avvio di corsi che favoriscono l’imprenditorialità rappresenta, in un mercato del lavoro flessibile, una fondamentale politica attiva di cui la Sardegna ha grande bisogno per permettere a giovani e meno giovani di avere e conoscere una reale opportunità di creare il proprio futuro. La collaborazione fra istituzioni regionali e locali permette di creare una politica realmente calata sulle esigenze specifiche di un territorio sempre in linea col piano regionale di sviluppo». Inoltre, a partire dal primo marzo, coloro che sono iscritti al programma garanzia Giovani e che hanno effettuato questo percorso di accompagnamento, possono accedere al Fondo Rotativo Nazionale SelfiEmployment, che mette a disposizione 114,6milioni di euro per sostenere le iniziative di autoimpiego ed autoimprenditoria dei giovani Neet, offrendo l’opportunità di accedere a finanziamenti agevolati a tasso zero. L’iniziativa è promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in qualità di Autorità di Gestione dei Pon Ue “Iniziativa Occupazione Giovani” e “Sistemi di politiche Attive per l’Occupazione”, e sarà gestita da Invitalia, che si occuperà dell’istruttoria e della valutazione delle richieste.
20:41
La Giunta Regionale mobilitata per la crisi del nord ovest della Sardegna. «L´attenzione dell´Esecutivo non è mai mancata», dichiara l´assessore regionale del Lavoro Virginia Mura
22:04
Una settimana dopo l’inaugurazione dei corsi a Cagliari, è partito anche a Sassari una delle numerose iniziative del Programma Triennale per l’Internazionalizzazione 2015-2018 predisposto dall’Assessorato Regionale dell’Industria
10:08
Il nord ovest Sardegna si ferma per far sentire la propria voce e chiedere alla Regione interventi decisi in ogni settore. Il corteo terminerà in piazza d´Italia
24/5/2016
L´Italia perde un investimento da 700 milioni di euro che sarebbe stato capace di rilanciare parte dell´economia di un territorio in sofferenza e di garantire al sito un futuro certo per i prossimi 35 anni
24/5/2016
Un centinaio di operai sono partiti nelle prime ore di questa mattina da Portovesme verso Cagliari. Attendono una risposta sulle trattative con Glencore, la multinazionale svizzera interessata all´acquisizione
© 2000-2016 Mediatica sas