Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloCinema › Il pane e le rose: emancipazione femminile al cinema | Vd
A.B. 18 marzo 2016 video
Come ogni anno, a marzo, la Società Umanitaria di Alghero dedica una serie di appuntamenti alle donne, alle conquiste fatte e alle vette ancora da scalare sulla strada verso la parità
Il pane e le rose: emancipazione femminile al cinema | Vd


ALGHERO - Come ogni anno, a marzo, la Società Umanitaria di Alghero dedica una serie di appuntamenti alle donne, alle conquiste fatte e alle vette ancora da scalare sulla strada verso la parità. “Il Pane e le Rose–Storie di emancipazione femminile al Cinema”, che si svolgerà nei locali della Mediateca, comincia lunedì 21, alle ore 19, con la proiezione di “Due giorni, una notte”, dei fratelli Dardenne, storia di fragilità umana, ma anche di dignità nella lotta per il lavoro, interpretata da un'intensa e disperata Marion Cotillard.

La rassegna prosegue martedì 22, sempre alle 19, con Per amor vostro, di Giuseppe Gaudino, raffinato e poetico melodramma napoletano di cui è protagonista assoluta Anna, interpretata dalla vincitrice della Coppa Volpi Valeria Golino. Mercoledì 23, alla stessa ora, si va vanti con la proiezione di Violette, di Martin Provost, in cui un'incontenibile e sublime Emmanuelle Devos dà vita alla scrittrice francese Violette Leduc, una delle prime protagoniste della letteratura occidentale a scrivere di amore e sesso “come un uomo”. Per l'ultima tappa della rassegna, giovedì 31, prevede un momento alla discussione e confronto, utilizzando come sempre come (s)punto di partenza il cinema, strumento utile non solo a raccontare la realtà ma anche per provare a incidere su di essa, a trasformarla. Questa ambizione pionieristica è stata riconosciuta in Lunadigàs, il web-doc sulle donne che hanno scelto di non essere madri, tema che ancora oggi rappresenta un tabù. Alla proiezione, alle 17.30, in Mediateca, interverranno le autrici del web-doc Marilisa Piga e Nicoletta Nesler.

Dopo il film, alle ore 19, si proverà a parlarne insieme con la formula del World Cafè, un metodo semplice ed efficace nato per stimolare e condurre conversazioni organizzate a partire da alcune domande di riferimento su un tema specifico, che in questo caso è stato intitolato La libertà di una scelta. In un'atmosfera intima ed accogliente, che ricorda appunto quella di un Cafè, i partecipanti prenderanno posto attorno ai tavoli per scrivere, disegnare ed annotare le proprie idee davanti a una bevanda calda e ad una fetta di torta, per poi discuterne tutti insieme. Tutte le proiezioni in Mediateca sono ad ingresso libero; il World Cafè-La libertà di una scelta è aperto a tutti, senza limiti di età e, soprattutto, di sesso (la presenza di uomini è più che gradita), ma i posti sono limitati ed è necessario prenotare entro mercoledì 30 marzo, inviando una e-mail all'indirizzo web umanitaria.alghero@libero.it, o telefonando al numero 079/974375.

Nella foto: Valeria Golino in Per amor vostro

20/2/2017 video
Ad Alghero il prossimo 15 marzo saranno presenti Carlo Delle Piane, Caterina Murino, Lando Buzzanca, Philippe Leroy, Antonio Careddu, Guenda Goria e i numerosi attori locali coinvolti nei vari ruoli secondari per l´anteprima nazionale del film "Chi salverà le rose?" del regista sardo Cesare Furesi. Nel video le interviste del Quotidiano di Alghero realizzate durante le riprese di maggio
16:29
Un Fantasy visionario dalle sfumature Horror che prende ispirazione da un´antica civiltà esistita realmente in Sardegna. Mercoledì 22 febbraio al cinema Miramare dalle ore 19 l´anteprima regionale
20:53
Tutti i film hanno beneficiato del supporto della Fondazione Sardegna Film Commission, ed in particolare “La stoffa dei sogni” e “Era d’estate” sono stati girati all’Asinara
20/2/2017
Chi salverà le rose, il film girato ad Alghero dal regista Cesare Furesi, sarà sul grande schermo dal 16 marzo. Insieme a Caterina Murino, Carlo Delle Piane, Lando Buzzanca e Philippe Leroy, anche l´algherese Maurizio Pulina
© 2000-2017 Mediatica sas