Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAgricoltura › Obiettivo biologico per Surigheddu-Manuntanas
S.A. 24 marzo 2016
E´ uno degli obiettivi della proposta presentata venerdì scorso dalla cooperativa sociale Ecotoni Onlus sulla destinazione dei terreni di Surigheddu e Mamuntanas, oggetto di una manifestazione d´interesse promossa dalla Regione Sardegna
Obiettivo biologico per Surigheddu-Manuntanas


ALGHERO - Una decina di cooperative sociali del nord ovest della Sardegna, numerose imprese agricole del territorio algherese, oltre al supporto di studi professionali operanti in campo agrario, finanziario e amministrativo, sono i soggetti che hanno accettato una proposta presentata venerdì scorso dalla cooperativa sociale Ecotoni Onlus sulla destinazione dei terreni di Surigheddu e Mamuntanas, oggetto di una manifestazione d'interesse promossa dalla Regione Sardegna [LEGGI] [GUARDA].

«L’idea è quella di arrivare alla firma di un Contratto di Rete che ha la finalità di prendere in gestione le terre pubbliche delle aziende di Surigheddu e Mamuntanas» spiegano Tonio Mura e Chiara Rosnati della cooperativa sociale Ecotoni Onlus. «Tale modello potrebbe essere proposto, in accordo con gli imprenditori agricoli del territorio, per la gestione di tutte le terre pubbliche del nord ovest della Sardegna».

«L’organizzazione che va formandosi - ci teniamo a dirlo - è aperta e in divenire. La dichiarazione d’intenti è pensata per raccogliere tutte le disponibilità pronte a diffendere la proprietà pubblica delle terre, per una gestione territoriale delle stesse, offrendo nuove opportunità di lavoro ai giovani e ai disoccupati del territorio».

Tale rete si propone di soddisfare «le richieste del territorio, realizzando un mercato di qualità e a scala locale a uso dei privati, delle mense e della ristorazione, e di avviare attività produttive legate all’esportazione dei prodotti, soprattutto nei mercati nord europei più sensibili alla genuinità del cibo». E ancora: «per il successo dell’iniziativa si punterà su coltivazioni biologiche o a basso impatto ambientale, creando sinergia con gli allevatori del territorio, a partire dai pastori che da anni operano nelle due aziende».
17:35
Il Consorzio di Bonifica della Nurra introduce nuove disposizioni a seguito della forte limitazione nell´uso dell´acqua irrigua a causa delle criticità del sistema di approvviggionamento idrico Temo-Cuga-Bidighinzu e delle poche precipitazioni registrate nei mesi scorsi
13:00
E´ veramente necessario stoppare l´iter di un piano di bonifica da cui possono trarre vantaggio la maggior parte degli agricoltori delle borgate storiche? Quale può essere l´interesse di pochi rispetto ai tanti? Il compito di una amministrazione deve essere prima di tutto proporre progetti e soluzioni in tutti i campi, tenendo conto del bene collettivo
25/3/2017
L’Agris rappresenta l’Italia. 2milioni di euro, finanziati dal programma europeo Horizon 2020, con cui si sta lavorando all’incremento della produttività degli ovini in Europa e nel vicino Oriente
12:10
A raccolta parte delle opposizioni consiliari di Alghero nella sede del circolo cittadino del Partito democratico: Alleanza Popolare (ex Ncd), Patto Civico, Psd´Az e Gruppo Misto. Forza Italia storce il naso e sta alla finestra
25/3/2017
«Con l´invaso pieno si scongiureranno le difficoltà dello scorso anno», dichiara il presidente del Consorzio di Bonifica della Sardegna centrale Ambrogio Guiso
25/3/2017
«L’emendamento in finanziaria che prevede ricadute per i pastori è un primo passo», dichiarano i vertici regionali dell´associazione di categoria, dopo il voto unanime della Commissione Bilancio all’emendamento che lega i 14milioni di euro stanziati dalla Giunta per il ritiro del Pecorino romano ad una ricaduta nel prezzo del latte
© 2000-2017 Mediatica sas