Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaTurismoTurismo › Pasqua: primo test della stagione. Aperto meno del 25% degli hotel
S.A. 28 marzo 2016
Il week end festivo chiuderà comunque col segno più, grazie soprattutto al movimento interno: i turisti di questi giorni, infatti, sono quasi tutti sardi
Pasqua: primo test della stagione
Aperto meno del 25% degli hotel


CAGLIARI - Parte in sordina la stagione turistica in Sardegna con il primo test di Pasqua condizionato dal calendario ma favorito dal bel tempo. Il week end festivo chiuderà comunque col segno più, grazie soprattutto al movimento interno come ha spiegato nei giorni scorsi Stefano Visconti di Federalbeghi ai microfoni di IsolaMedia [LEGGI] [GUARDA]. Non prende ancora il via la ricettività negli hotel, ancora chiusi in gran parte.

Secondo i dati di Federalberghi, é aperto meno del 25 per cento delle strutture isolane. «Con questi numeri la stagione è ancora da venire - sottolinea il presidente dell'associazione di categoria Paolo Manca - In Sardegna c'è ancora il 50 per cento degli hotel che lavora solo quattro mesi all'anno». Porti e aeroporti pieni nonostante non siano decolatti i voli della programmazione estiva. Traina la Gallura che tra mare e cielo attende almeno 42.000 passeggeri per il ponte. La Geasar, società che gestisce lo scalo Costa Smeralda di Olbia, stima un flusso di circa 18.000 persone tra arrivi e partenze. Più o meno in linea con lo scorso anno i dati dell'aeroporto di Cagliari-Elmas.

La Sogaer, che ha in capo la gestione, fa sapere che dal 24 al 28 marzo sono previsti tra arrivi e partenze tra i 48 e i 50 mila passeggeri contro i 50-52 della scorsa Pasqua, che però cadeva dal 2 al 6 aprile. I posti offerti sono 55 mila con un movimento di 310 aeromobili. Sul fronte marittimo, saranno almeno 24.000 i passeggeri in transito nei porti di Olbia e Golfo Aranci, i più gettonati per Pasqua. Non sono previste, invece, in questi giorni le soste, sia in Gallura che a Cagliari, delle grandi navi da crociera.

Nella foto: una panoramica su Alghero
28/9/2016
«Numeri impietosi denunciano un calo di arrivi e presenze, in controtendenza rispetto al resto della Sardegna, che cresce a due cifre, e costituiscono la base dalla quale partire per scongiurare che questa situazione si riproponga negli anni a venire», dichiara Marco Di Gangi
© 2000-2016 Mediatica sas