Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroEconomiaScienze › All´Edizero il premio Green Chemistry
Red 21 aprile 2016
L’azienda di Guspini premiata a Cremona nell’ambito del Bioenergy Italy -il principale salone della chimica verde e delle energie rinnovabili- per le sue innovazioni petrol free
All´Edizero il premio Green Chemistry


GUSPINI – Nuovo riconoscimento internazionale, per i biomateriali delle filiere Edizero Architettura di Pace ispirati dall’azienda Edilana, insigniti questa mattina a Cremona del premio del concorso Chimica Verde Innovazione, promosso da Chimica Verde Bionet, Legambiente e CremonaFiere, nell'ambito di Bioenergy Italy, il salone della “chimica dolce” più importante del settore che raduna le offerte più avanzate del pianeta per la produzione di energia da fonti rinnovabili, la chimica verde, la gestione dei sottoprodotti dell’industria agroalimentare, con l’obiettivo sempre più atteso di prodotti a basso impatto per l’ambiente, per la salute, per la sicurezza alimentare e una sempre minore dipendenza dalle fonti fossili di energia.

La cerimonia. L’impresa di Guspini è stata fra le tre realtà imprenditoriali italiane premiate questa mattina al termine della manifestazione Green Chemistry Conference and Exibition 2016, la più importante del settore. Il team Edizero Architecture of Peace, ha ricevuto il premio “Chimica Verde Innovazione” direttamente dal governatore della Lombardia, Roberto Maroni. Premiati anche Nam Tecnologia gel aerospaziale e Domogel, che utilizza contenitori termici per il gelato, creati con gli scarti agricoli al posto del polistirolo. «Ci ha sorpreso esser premiati fra le tre realtà italiane più innovative nel settore chimica verde - ha commentato a fine cerimonia la Ducato - per noi del team Edizero è anche occasione di apprendimento dai più grandi big del mondo di tecnologie rinnovabili presenti qui a Cremona».

A essere premiati nello specifico i biomateriali Edilatte (prime pitture water free al mondo e finiture derivate dall’agricoltura, come le pareti di vino, pomodori e olio di oliva) ed Edilana Edimare (biomateriali organici rinnovabili con la più elevata inerzia termica al mondo certificata tra tutti gli isolanti del pianeta rinnovabili e fossili). Proprio Edimare è anche in nomination per il Compasso d’oro 2016 (settore design dei materiali e dei sistemi tecnologici), il più prestigioso riconoscimento mondiale del design che sarà assegnato nella seconda settimana di giugno a Milano e che vede tra i candidati nel settore mobilità anche l’architetto nuorese Flavio Manzoni, per l’ultima versione della Ferrari.

La consegna del premio “Chimica Verde Innovazione” cade nei tre giorni mondiali dedicati alle celebrazioni internazionali per la Festa della Terra, a un mese dalla Giornata mondiale dell’acqua, coincisa con la presentazione della filiera Geolana per il contrasto all’inquinamento marittimo. Proprio con i “mangiapetrolio” Geolana, nati in collaborazione con l’Università di Cagliari e l’Ente Foreste della Sardegna, in questi giorni il team Edilana è in contatto con il Comune di Genova per eliminare e metabolizzare quanto prima gli idrocarburi petrolchimici sversati nel rio Fegino e nel torrente Polcevera, limitando la conseguente emergenza ambientale che sta mettendo a rischio l’equilibrio dell’habitat locale.
© 2000-2017 Mediatica sas